Rossi (PATT): "Dati INPS dimostrano che abbiamo lavorato bene per il Trentino"

L’ex Presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, del PATT, reclama i risultati della propria amministrazione, commentando i dati INPS riferiti al 2018.

I dati evidenziano infatti la creazione di 229.601 nuovi rapporti di lavoro in tutto il Trentino-Alto Adige, segnando un +6,33% rispetto al 2017. Osservando il dettaglio dei dati appare che l’incremento va diviso in un +5,1% dell’Alto Adige e un +7,7% in Trentino, ampiamente sopra la media nazionale del +5,1%.

Per quel che riguarda il lavoro a tempo indeterminato, il Trentino ha registrato un +27,6% che supera di gran lunga il +4,8% nel mondo del lavoro a tempo determinato. I contratti di apprendistato si sono attestati a un +11,9% mentre le assunzioni stagionali hanno vissuto un incremento del +9,0%.

I dati INPS dimostrano che durante il nostro mandato alla guida della Provincia abbiamo lavorato tanto e bene per far ripartire il Trentino, ben oltre il dato nazionale” ha subito commentato Rossi. “Sono orgoglioso di questi dati e del lavoro che abbiamo fatto, assieme ai protagonisti principali di questa positività: imprese e parti sociali alle quali va il merito“.

Mi auguro che il governo del cambiamento cambi poco in questo settore e se lo farà, spero possa esserci un ulteriore miglioramento” ha concluso il Consigliere provinciale del PATT. Auspicio che sembra confermato dai dati: il trend occupazionale per i primi 6 mesi del 2019, infatti, appare sostanzialmente positivo.