Scritte contro Bisesti sotto la sede della Lega a Trento

Scritte contro Mirko Bisesti, Segretario della Lega in Trentino nonché Assessore provinciale alla Cultura, sono comparse questa notte sul portone della sede del Carroccio a Trento. “Bisesti tossico – peccato che sei leghista” sono le frasi ingiuriose scritte in inchiostro rosso sul portone, prontamente rimosse già nelle prime ore del mattino. Al momento l’interessato dalle offese non intende rilasciare dichiarazioni.

Alla base del gesto potrebbe esserci una reazione alle dichiarazioni, rilasciate mesi fa in seguito all’arresto di una banda di trafficanti di droga. “Un grazie di cuore a coloro che hanno contribuito all’operazione e alla Squadra Mobile di Trento per aver dato un altro duro colpo al traffico di droga locale. Trovo significativo che tra gli arrestati ci siano molti richiedenti asilo: questo dimostra gli enormi danni provocati dall’immigrazione incontrollata” dichiarò in quell’occasione l’Assessore.

Mesi prima ancora – nel febbraio 2019 – Bisesti aveva organizzato, insieme all’Assessore provinciale allo Sport Roberto Failoni, una conferenza sugli stili di vita sani da insegnare nelle scuole. All’epoca, il Segretario leghista dichiarò: “La scuola trentina deve favorire tre attività primarie: la prevenzione, l’alimentazione e la pratica sportiva. Il nostro obiettivo è di attivare una politica scolastica di promozione dello sport e dell’attività motoria, perché l’emergenza rimane la droga, con l’eroina che si sta rivelando un fenomeno in espansione che dobbiamo contrastare insieme. Ho avuto modo di occuparmi di famiglie e droghe: un’esperienza toccante che ha consolidato in me la convinzione che la scuola debba agire su questi temi a beneficio delle future generazioni“.

Bisesti si era poi esposto a favore dell’introduzione di maggiori telecamere all’interno delle scuole trentine per ridurre lo spaccio di droga, seguendo le intenzioni del Viminale alla fine dello scorso aprile. “Con la Lega al governo i miglioramenti sono tangibili e anche a Trento si darà vita a questa operazione” aveva affermato l’Assessore.

La Lega cammina con i giovani, cercando con tutti i mezzi di dar loro la possibilità di crescere. Lavorare a sostegno dei giovani non è mai tempo sprecato e quindi non smetteremo mai di occuparci di loro“. Parole, dichiarazioni e battaglie che evidentemente non sono andate giù a qualcuno.

Naturalmente, vari esponenti e consiglieri provinciali della Lega hanno espresso solidarietà per le scritte contro Bisesti. Tra questi, la Consigliera provinciale Katia Rossato ha dichiarato: “Scritte calunniose e ingiuriose nei confronti di Bisesti, colpevole solo del fatto di promuovere a livello locale campagne di sensibilizzazione e di prevenzione nei confronti della tragica diffusione dell’eroina tra giovani e adolescenti, segnalando così una grave emergenza sul nostro territorio“.

Stupisce assistere, per l’ennesima volta, al complice silenzio della sinistra, intenta ad alzare la voce del resto solamente per gli argomenti che fanno più comodo a loro” aggiunge la Consigliera, che conclude: “Noi siamo qui per affrontare le vere questioni che interessano i cittadini, che giorno dopo giorno ci confermano il loro sostegno. Da madre, massimo supporto all’azione di prevenzione e sensibilizzazione sul tema, in barba alle minacce di certi soggetti“.

Riccardo Ficara Pigini