L'orso M49 è evaso dal Casteller: attenzione in Vigolana

L’orso M49 è evaso dal Casteller: questa la notizia che arriva nelle ultime ore da parte di diversi organi d’informazione sia giornalistici che governativi. Il Presidente della PAT Maurizio Fugatti ha dato l’ordine di sparare a vista all’animale.

Quella compiuta da M49 è stata un’evasione in piena regola, visto che la gabbia per lui predisposta al Casteller era paragonabile a una sorta di carcere di massima sicurezza. Infatti la “gabbia” era costituita da un recinto elettrificato alto 4 metri d’altezza, considerato anche dall’Ispra come invalicabile.

L’orso avrebbe cercato di scappare prima scavando una buca, venendo ostacolato dal cemento al di sotto della rete elettrificata, e poi saltando al di là del recinto. Un salto di 4 metri durante il quale l’orso potrebbe anche aver subito delle scosse elettriche che non ne hanno fermato però la fuga.

L’orso è al momento sprovvisto di radiocollare e alcune fonti dicono che si stia dirigendo verso la Vigolana, zona dove non c’è l’abitudine al confronto con gli orsi. L’ordine dato dalla Provincia di Trento è quello di sparare a vista sull’animale, dando l’ordine di abbattimento data la pericolosità di questo individuo.

La cattura dell’orso era stata infatti ordinata due settimane fa dallo stesso Fugatti, dopo una trafila burocratica che era andata a coinvolgere anche l’Ispra e il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, arrivando alla soluzione “soft” della reclusione al Casteller.

Non c’era intenzione finora, da parte del governo provinciale, di arrivare a tale soluzione, ma la notizia che l’orso M49 è evaso dal Casteller ha provocato una reazione precisa tesa a garantire la sicurezza dei cittadini trentini dopo aver provato tutte le soluzioni pacifiche previste.