10 anni di M5S. Marini: “Movimento è e deve restare un sodalizio di persone libere e oneste”

Il Consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle Alex Marini è intervenuto nella giornata odierna per parlare, a due mesi dal decimo anniversario della fondazione, dell’operato del movimento nella scena politica italiana, andando da semplici circoli a sostegno delle idee di Beppe Grillo fino a essere primo gruppo politico del Paese e partito di governo nell’esperienza del “Governo del Cambiamento” insieme alla Lega.

I prodromi del Movimento 5 Stelle sono rintracciabili nei circoli degli “Amici di Beppe Grillo“, avviati nel 2005 attraverso la piattaforma social Meetup, idea tratta dalla candidatura alle primarie del Partito Democratico americano di Howard Dean. L’iniziativa riscuote un discreto successo tanto da spingere il comico genovese a candidarsi alle primarie della coalizione del centrosinistra per le elezioni del 2006. L’idea alla fine non si concretizza, ma la base del movimento è radicata.

Nel 2007 i vari meetup si ritrovano per il primo V-Day, una giornata nella quale i vari iscritti e sostenitori di Grillo potevano ascoltare il comico e sostenere la sua raccolta firme per una legge di iniziativa popolare per modificare la legge elettorale del Porcellum, introducendo le preferenze e impedendo la candidatura ai condannati penali e a chi avesse già ricoperto cariche parlamentari per almeno due mandati.

Dopo un nuovo V-Day e l’aumento degli iscritti ai Meetup, Grillo e i suoi si ritrovano l’8 marzo 2009 a Firenze, dove viene stipulata la “Carta di Firenze“: un documento programmatico che vede tra i suoi temi chiave per la maggior parte punti ambientalisti, senza tralasciare alcune tematiche etiche e tecnologiche. Nascono così le “5 Stelle”, ovvero le cinque macrotematiche toccate dalla Carta di Firenze, Acqua, Ambiente, Sviluppo, Trasporti ed Energia.

Nel luglio 2009 Beppe Grillo tenta nuovamente l’approccio col centrosinistra, chiedendo di poter partecipare alle primarie del Partito Democratico, ma la sua candidatura viene respinta categoricamente. Nasce così, il “Movimento Nazionale a 5 Stelle”, che si trasformerà poi nel movimento politico noto al grande pubblico per aver messo in crisi il sistema bipolare che si stava profilando in Italia a seguito dell’introduzione del Porcellum.

Se a un’analisi onesta i nostri meriti appaiono innegabili, non possiamo nemmeno nasconderci che stiamo vivendo un periodo di difficoltà e di perdita di consenso” è la lettura che offre il Consigliere Marini dopo aver ricordato la storia del Movimento e aver ripetuto che il successo sia andato oltre ogni più rosea aspettativa, visto che da un semplice blog i grillini hanno conquistato la maggioranza in Parlamento giungendo così al Governo.

Si tratta di una fase in gran parte naturale” commenta l’esponente pentastellato tornando al momento di crisi scaturito dal -15,71% registrato alle Europee rispetto alle Politiche dell’anno scorso. “Il M5S è nato per contestare e combattere l’asservimento della politica agli interessi delle élite, per rimettere il cittadino al centro dell’azione istituzionale e anche per dar voce alla protesta contro i decenni di malgoverno che, a tutti i livelli, avevano ridotto in ginocchio non solo il Paese ma anche tantissimi cittadini e le loro famiglie“.

Nessuno – prosegue – poteva pensare di risolvere nel giro di qualche mese problematiche la cui origine si perde nella notte dei tempi, ma a differenza di tutti gli altri noi ci stiano lavorando davvero. Si è già visto qualche risultato, altri se ne vedranno in futuro, ma è chiaro che in questo momento stiamo pagando uno scotto importante in termini di consenso. Ora è prioritario dotare il Movimento di una nuova organizzazione interna, capace di farci fare un ulteriore salto di qualità in termini di radicamento sociale“.

Per Alex Marini è quindi necessario che il M5S rimanga un sodalizio di persone oneste unite dal nobile ideale di migliorare la vita della collettività, aprendosi a nuove strade e consolidandosi come alternativa alla solita politica. Per avere successo sarà importante, ha proseguito il Consigliere, che il Movimento coinvolga persone nuove che possano impegnarsi attivamente per risolvere i problemi della popolazione, anche attraverso nuove campagne di reclutamento.

Il M5S ha quasi 10 anni, un periodo di tempo in cui lo hanno dato per spacciato molte volte, eppure è sempre tornato più forte di prima. Oggi siamo in un momento di difficoltà, ma è nelle difficoltà che si cresce e si migliora, noi lo abbiamo già fatto e cambiando ce la faremo ancora” ha infine concluso Alex Marini.

Riccardo Ficara Pigini