Kaswalder: "le minoranze non hanno fatto mancare in aula il numero legale"

Mentre alla ripresa dei lavori pomeridiani il Consiglio provinciale proseguiva l’esame degli emendamenti del disegno di legge 21 proposto dalla Giunta sull’assestamento del bilancio 2019-2021, il Presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder ha sospeso i lavori e convocato la conferenza dei capigruppo su richiesta da Filippo Degasperi (Movimento 5 stelle), in merito ad alcune foto pubblicate da due giornali online che ritraggono gli scranni nell’Aula del Consiglio provinciale, accompagnate da titoli e commenti volti ad accreditare alcune false notizie relative alle minoranze e amplificate attraverso i Social. Al riguardo, d’intesa con i capigruppo, preciso quanto segue.

“1. Innanzitutto smentisco che le minoranze disertino l’Aula per far mancare il numero legale, come insinuato mediante l’uso strumentale di immagini con cui si vorrebbe documentare l’assenza di consiglieri momentaneamente usciti dall’emiciclo e accusati di essere “furbetti del cartellino” per aver lasciato inserita nella propria postazione la tessera necessaria per il voto. Si tratta di notizie del tutto infondate, sia perché non risponde al vero che le minoranze abbiano fatto mancare il numero legale, sia in quanto ciò costituisce un mezzo del tutto legittimo con cui le opposizioni possono esercitare l’ostruzionismo nel nostro sistema democratico.

2. Chiarisco poi che l’assenza momentanea di un consigliere che lascia il “cartellino” inserito nella propria postazione non dimostra alcuna “furbizia”, essendo del tutto irrilevante ai fini dell’effettiva partecipazione ai lavori, che è invece documentata. In altri termini il consigliere che si assenta dall’Aula senza estrarre il cartellino non sta rubando proprio nulla.

3. Infine, a proposito di alcune parole rivolte in Aula ad alta voce dal presidente della Giunta sulle modalità con cui si stavano svolgendo i lavori, confermo che il mio operato e quello dei dirigenti del Consiglio, avendo il dovere dell’assoluta imparzialità, è esclusivamente orientato a servizio dell’intera assemblea legislativa”

Il Presidente Kaswalder Coglie infine l’occasione per richiamare con forza tutti i consiglieri al rispetto dell’articolo 86 del regolamento del Consiglio, che impone di assumere in Aula un comportamento decoroso. Esorta a mantenere questo atteggiamento specialmente in una fase delicata e impegnativa come questa, che vede tutti, maggioranza e opposizione, alle prese con un passaggio politicamente importante per l’intera comunità provinciale.