Governo M5S-PD. Cerreto e Menia (MNS) non ci stanno: “Noi non ci arrendiamo di fronte al “patto della poltrona”

La notizia dell’unione tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico, pronti a formare un nuovo governo con Giuseppe Conte ancora premier, continua a caratterizzare l’opinione pubblica italiana. Il paese continua ad essere diviso tra chi approva l’audace unione e chi critica l’alleanza affermando come non rispecchi la reale volontà del popolo italiano.

Nella giornata odierna Marco Cerreto e Roberto Menia, rispettivamente Segretario e Presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità, hanno ribadito la loro contrarietà ad un governo “giallo-rosso” attraverso una nota stampa ufficiale.

Marco Cerreto e Roberto Menia hanno evidenziato, ancora una volta, come il MNS non si arrenderà al “patto della poltrona” tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, colpevoli entrambi di essersi dati battaglia “a suon di insulti” per poi unirsi in un governo che avrebbe l’unico scopo di impedire al popolo italiano di esprimere le proprie volontà attraverso il voto, inteso come unica e naturale conseguenza di ogni crisi di Governo.

Il Segretario e il Presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità concludendo il loro intervento hanno poi aggiunto: “Per questo il giorno in cui Conte si presenterà alle Camere per ottenere la fiducia saremo in Piazza Montecitorio con Fratelli D’Italia al fianco di Giorgia Meloni. Comincia con questa manifestazione un vero e proprio “autunno caldo” per tornare il più presto possibile alle urne e ridare la parola ai cittadini”.