Conzatti (Italia Viva): “Da Salvini non prendo lezioni di democrazia”

Dopo le tante polemiche che nei giorni scorsi hanno infuocato il dibattito politico trentino, relative all’abbandono dell’aula del Senato da parte di Donatella Conzatti al momento del voto di fiducia sul Governo Conte II, ora è la diretta interessata a mettere i celebri “puntini sulle i”.

L’ex senatrice forzista ha voluto rispondere alle critiche scagliate soprattutto dagli esponenti più vicini a Lega e Fratelli d’Italia – particolarmente accese erano state però anche le critiche della lista locale Agire per il Trentino – che l’hanno accusata di tradimento della democrazia.

Ho letto di un ex-Ministro di Milano che è stato eletto in Calabria alle ultime elezioni politiche con i voti di Forza Italia e poi ha fatto un Governo con il Movimento 5 Stelle” attacca la Conzatti riferendosi a Matteo Salvini. “Un Ministro che sugli sbarchi non ha trovato sostegno neppure dai Paesi di Visegrad; che si è giocato l’amicizia non solo della brutta e cattiva Europa ma anche di Putin e Trump; che ha seminato odio e rancore tra gli italiani sulla pelle dei migranti lasciati morire in mare“.

Mi auguro – conclude il comunicato stampa della Conzatti – che i troppi cittadini caduti nell’inganno prendano al più presto coscienza del danno che questi predoni della democrazia stanno provocando alla nostra Italia“. Parole non certo distensive e che probabilmente alimenteranno nuove polemiche.