Accordo di Malta. Per Conte un passo avanti, ma sui social è scontro Meloni-Renzi

Il Premier italiano Giuseppe Conte è intervenuto nella giornata odierna per commentare, a seguito dell’assemblea generale dell’Onu, il nuovo accordo stipulato dall’Italia a Malta sulla gestione dei migranti.

Giuseppe Conte non ha nascosto la propria soddisfazione per l’accordo di Malta e, attraverso un’intervista rilasciata ad ANSA, ha dichiarato: “Non è ancora la soluzione definitiva ma sicuramente è una svolta, un significativo passo avanti. Sono stati affermati sicuramente dei principi che sono positivi per noi, perché sino ad oggi si stentava a tradurre il principio che chi arriva in Italia arrivava in Europa.”

Successivamente dopo aver evidenziato come questo accordo segua le linee tracciate dal nuovo sistema di redistribuzione dei migranti e richiedenti asilo, ha ricordato come d’ora in avanti l’Italia non sarà più l’unico primo approdo ma vi sarà una rotazione, svincolando parzialmente l’Italia dalla totalità delle responsabilità.

Ora bisogna vedere quanti Paesi parteciperanno a questo meccanismo e dovremo lavorare sui rimpatri” ha infine concluso il Premier Giuseppe Conte.

Il Premier Conte non è stato l’unico a esprimersi circa l’accordo di Malta, anche Matteo Renzi ha voluto esprimere la propria soddisfazione dichiarando: “l’accordo di Malta sull’immigrazione è un passo in avanti per l’Europa. Ma non basta. La solidarietà serve sempre. E chi non accoglie i migranti deve perdere i contributi europei. Assurdo continuare a pagare Orban coi soldi italiani”.

Di diverso avviso invece è stata la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che, dimostrando di non aver gradito le parole del neo leader di Italia Viva, ha replicato attraverso il suo profilo Twitter: “Sei ossessionato da Orbán! Gli italiani preferiscono spendere i loro soldi per fermare l’immigrazione clandestina piuttosto che per foraggiare le coop che ospitano immigrati clandestini. Fattene una ragione”.

Successivamente Giorgia Meloni ha rincarato e, attaccando il nuovo governo targato PD-M5S, ha aggiunto: “Governo italiano imbarazzante. Dopo i proclami strombazzati sulla ‘svolta europea’ in tema di immigrazione, la rotazione dei porti, la redistribuzione dei migranti etc, arrivano ora ‘note’ della Ue e dei nostri partner che smentiscono il governo italiano su tutta la linea. Nessun impegno, nessuna svolta, solo grosse pacche sulle spalle. Basta prese in giro, non consentiremo di trasformare l’Italia nel campo profughi d’Europa”.