Mattel manda in soffitta Barbie: arrivano le bambole gender free

Dopo aver riscosso un successo planetario con Barbie, il suo giocattolo di punta, Mattel prova nuovamente a rivoluzionare il mondo ludico con Creatable World, un nuovo tipo di bambole prodotte senza un genere specifico.

Questa nuova linea di bambole personalizzabili prevede che i bambini possano scegliere, attraverso 6 diversi kit, non solo i vestiti o l’acconciatura della propria bambola ma addirittura caratteristiche che prima erano predefinite come la tonalità della pelle o il genere.

Il vice presidente senior di Mattel Fashion Doll Design Kim Culmone ha voluto specificare come all’interno dell’azienda abbiano sentito la necessità di creare un prodotto che fosse libero da etichette.

Culmone ha inoltre precisato come, attraverso alcune ricerche, Mattel abbia notato come i bambini preferiscano che i loro giocattoli siano “gender free” e che questo liberebbe loro stessi in primis e poi la loro creatività, aggiungendo poi come l’auspicio dell’azienda di giocattoli sia quello di incoraggiare l’apertura di pensiero.

Sempre secondo quanto affermato da Mattel, questa nuova linea di bambole sarebbe nata per assecondare le preoccupazioni dei genitori circa il genere dei giocattoli. Con Creatable World, Mattel ha voluto invertire sensibilmente la rotta rispetto al passato.

Se si pensa che per anni il prodotto di punta della casa di giocattoli è stata Barbie, gioco che ha ricevuto numerose critiche per il suo confinare la donna ad un mero stereotipo, Creatable World si propone come una vera e propria rivoluzione del mondo dei giochi per bambini.

Mattel con questa mossa prova a svincolarsi dal prodotto che le ha donato maggiori fortune e a lanciarsi in una nuova era del mondo dei giocattoli, sperando che questo salto nel vuoto non si risolva in un clamoroso buco nell’acqua.

(Fonte: ANSA)