In provincia di Modena scritte che inneggiano alla morte dei poliziotti

A Medolla, provincia di Modena, sono comparse delle scritte (poi cancellate) che inneggiano alla morte dei poliziotti. Il riferimento, ovviamente, è ai due agenti uccisi in servizio a Trieste.

Gli scatti, riportati anche dalla stampa locale emiliana, sono stati fatti in via San Matteo, località Villafranca di Medolla.

A tal proposito il Sindaco di Mirandola Alberto Greco (Lega Nord), uscito vittorioso dai ballottaggi delle elezioni comunali del 9 giugno 2019, espugnando una città storicamente “rossa”, ha espresso sui social la massima solidarietà, commentando:

“Esprimo solidarietà e vicinanza alla Polizia di Stato per le scritte ingiuriose comparse a Medolla.
Spero che il deficiente che le ha fatte venga punito. Le Forze dell’Ordine sono il nostro orgoglio!”

Successivamente, anche l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ci ha tenuto a dire la sua, commentando con un post su fb:

“Purtroppo in Italia, anche in un momento così drammatico, c’è chi odia le Forze dell’Ordine.
Sono quelli che manifestano distruggendo i centri storici delle città, che lanciano bombe carta e pietre a quelli che loro definiscono “sbirri”, che incendiano manichini, che minacciano di morte, che travestono il proprio odio e la propria frustrazione con belle e “democratiche” parole.
Provo SCHIFO per questa immagine, ma ve la mostro perché questi episodi devono ricordare a tutti che non dobbiamo mai abbassare la guardia. SEMPRE dalla parte di chi ci difende!