Parlamento europeo boccia anche Sylvie Goulard. Ora Commissione Ue a rischio

“In Europa Fratelli d’Italia ha votato convintamente contro la nomina di Sylvie Goulard a commissario UE: La bocciatura della candidata di Macron, ex consigliera di Prodi e pupilla di Monti, è uno schiaffo all’arroganza dell’inquilino dell’Eliseo. Parigi se ne faccia una ragione.”

Con queste dure parole, affidate al suo profilo Twitter, la Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha commentato la recente bocciatura della candidatura della francese Sylvie Goulard come Commissario per il portafoglio al Mercato Interno.

Sylvie Goulard, che era la commissaria designata con deleghe all’industria della difesa e dello spazio non ha ricevuto l’approvazione degli europarlamentari chiamati stamane al Parlamento europeo per esaminarla.

A caldo Sylvie Goulard non ha trattenuto il proprio rammarico su Twitter, dichiarando di essere amareggiata per la decisione ma di aver preso atto “democraticamente” di tale risultato. La commissaria designata ha poi voluto ringraziare Ursula von der Leyen e Emmanuel Macron e tutti gli europarlamentari che l’hanno votata per la fiducia.

A seguito di questa bocciatura si fa ancora più in salita la strada verso il voto di fiducia alla Commissione “von der Leyen“, con la stessa che sarà chiamata ad esprimersi in merito alla bocciatura, la terza, della commissaria francese. Grande attesa anche per la Conferenza dei capigruppo che il prossimo 17 ottobre sarà impegnata a valutare le audizioni in toto dei commissari e a pronunciarsi il prossimo 23 ottobre alla plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo.