“Una scuola per la democrazia”: l’architettura scolastica nel Dopoguerra

Mercoledì 16 ottobre alle 15,30, presso l’Officina dell’autonomia in via Zanella a Trento, la Fondazione Museo storico del Trentino in collaborazione con il Comune di Trento propone il seminario “Una scuola per la democrazia” che proporrà una riflessione e un confronto sull’architettura scolastica e la società civile a Trento, dal secondo dopoguerra agli anni settanta.

Quello degli edifici scolastici è stato uno dei temi che ha animato il dibattito della ricostruzione dopo la Seconda Guerra Mondiale. Le macerie fisiche e morali delle dittature trovano una saldatura proprio nelle scuole: come costruire lo spazio della formazione della gioventù? Il seminario “Una scuola per la democrazia: Architettura scolastica e società civile a Trento, 1945-1970” si propone di tracciare un percorso che unisca la grande riflessione avvenuta sulla scuola come luogo di democrazia, il dibattito internazionale che ha legato i principi teorici a quelli costruttivi nella Triennale del 1960, ad alcune scuole esemplari realizzate in ambito provinciale e ai progetti dell’architetto Perghem Gelmi eseguiti a Trento.

All’incontro porteranno i loro saluti Corrado Bungaro, assessore alla Cultura, biblioteche, politiche ambientali e pari opportunità del Comune di Trento, Giuseppe Ferrandi, direttore generale della Fondazione Museo storico del Trentino e Marco Giovanazzi, presidente dell’Ordine degli architetti di Trento.

I lavori, coordinati da Elena Tonezzer della Fondazione Museo storico del Trentino, prenderanno il via con l’intervento di Massimo Martignoni (Nuova Accademia di Belle Arti, Milano) che offrirà una panoramica sull’architettura scolastica tra gli anni 1950 e 1970.
Il tema della scuola all’esposizione internazionale della Triennale di Milano del 1960 sarà affrontato da Tommaso Tofanetti (La Triennale di Milano).
Fabio Campolongo, della Soprintendenza per i Beni culturali della Provincia autonoma di Trento, parlerà della progettazione degli edifici scolastici in Trentino dopo la guerra; infine Paola Pettenella del Mart ci porterà alla scoperta del fondo archivistico che conserva i progetti per le nuove scuole di Trento realizzati dall’architetto e ingegnere Michelangelo Perghem Gelmi.

La partecipazione degli insegnanti è riconosciuta come corso di aggiornamento; la partecipazione degli architetti attribuisce 3 CFP.