Dopo le offese di Renzi, Paoli (Lega) esprime solidarietà alle Pro Loco trentine

Il Consigliere di Lega Salvini Trentino Denis Paoli è intervenuto nella giornata odierna, attraverso una nota, commentando alcune affermazioni che Matteo Renzi, durante il dibattito della settimana scorsa a Porta a Porta, ha rivolto a Matteo Salvini.

Le parole incriminate di Matteo Renzi sono quelle relative ai Presidenti delle Pro Loco, con il leader di Italia Viva che aveva paragonato le loro attività “a delle pagliacciate”. Per Denis Paoli quelle parole, causate dalla brutta figura che Renzi stava rimediando, sono state veramente poco felici e hanno scatenato, giustamente, numerose polemiche.

“Fra queste, si segnala il bel video condiviso su Facebook da Stefania Rizzardi della Pro Loco Coredo, la quale ha pacatamente ma con rara chiarezza ribadito che, checché ne dica il senatore Renzi, queste associazioni non solo non fanno «pagliacciate», ma nascono ed operano con lodevoli finalità di promozione e sviluppo del territorio portate avanti con del volontariato, cosa che in una provincia come il nostro Trentino è doppiamente apprezzabile. Motivo per cui esprimo solidarietà a Stefania Rizzardi e a tutte le Pro Loco della provincia, dato che – per quanto alcuni, come l’onorevole Conzatti, abbiano tentato di contestualizzare un’affermazione davvero oltraggiosa, tirando peraltro in ballo a sproposito le «folli giornate del Papete» – le parole di Renzi sono davvero gravi e testimoniano una volta di più il disprezzo che una certa sinistra globalista ha verso le nostre radici e le nostre tradizioni, che le Pro Loco meritevolmente promuovono” ha proseguito il Consigliere di Lega Salvini Trentino.

Infine, concludendo la nota, Denis Paoli ha dichiarato di non accettare nessuna lezione di moralità da persone che hanno fatto del trasformismo politico il loro credo come Donatella Conzatti. Aggiungendo come sia chiaro che la sua nuova principale missione, dopo essere passata ad Italia Viva, sia quella di giustificare e ridimensionare le uscite del suo nuovo leader.