Ue invia lettera all’Italia. Conte: “daremo tutti i chiarimenti. Non siamo preoccupati”

Nonostante nella notte sia arrivata l’intesa sulle correzioni alla manovra di bilancio, l’Ue ha deciso di inviare una lettera all’Italia chiedendo delucidazioni. Chiarimenti che dovranno arrivare necessariamente entro domani, 23 ottobre, per permettere alla Comissione Ue di valutarli prima di dare il responso formale sulla manovra.

Una delle maggiori perplessità riguarda il piano di riduzione del debito per il 2020, la Commissione Ue afferma che il piano italiano non rispetterebbe il target con alcuni elementi che non sarebbero in linea con le raccomandazioni.

Il Commissario uscente Pierre Moscovici ha però voluto rassicurare tutti evidenziando come la Commissione stia lavorando nelle “migliori condizioni” Conte e Gualtieri e dichiarando come non abbia dubbi sul fatto che l’Italia saprà rispondere alla lettera “serenamente, tranquillamente e in modo preciso”.

Moscovici ha poi ricordato: “Siamo in un processo di dialogo positivo con il governo italiano, il ruolo della commissione è di stabilire i fatti oggettivi, ciò che va nella buona direzione e di notare un certo numero di aggiustamenti rispetto alle regole. Questa lettera è diversa da quella indirizzata al governo italiano l’anno scorso e manifesta ciò che ho già annunciato e cioè che non c’è alcuna di crisi di bilancio con l’Italia”.

Il Premier Giuseppe Conte, intervenuto in merito, ha affermato di non essere per nulla preoccupato, aggiungendo come l’Italia fornirà tutti i chiarimenti necessari.

(Fonte: ANSA)