Trento. Dopo fermo per violenza domestica, 49enne attacca Carabinieri

Ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Trento sono dovuti intervenire per l’ennesimo caso di aggressione tra le mura domestiche. I militari sono stati chiamati a seguito dell’aggressione perpetrata ai danni della giovane compagna e della figlia da parte di un uomo.

A scatenare l’ira del 49enne italiano è stato il comportamento della figlia che stava giocando quando avrebbe dovuto studiare. L’uomo ha dapprima colpito la giovane con un Ipad all’altezza del ginocchio e successivamente si è scagliato contro la compagna venuta in soccorso della figlia.

Una volta intervenuti i Carabinieri sono riusciti a ristabilire la quiete domestica e, dopo aver verificato le dinamiche dell’aggressione e constatato le condizioni sanitarie della donna, hanno scortato l’uomo presso gli uffici del Radiomobile, trovandolo contestualmente in possesso di un coltello.

Non soddisfatto il 49enne ha iniziato ad attaccare i militari dell’Arma con insulti e spintoni, venendo arrestato e tradotto nella camera di sicurezza del Provinciale Carabinieri di via Barbacovi, dove è rimasto in attesa del giudizio per direttissima con l’accusa di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, maltrattamenti in famiglia, percosse e detenzione di armi.