Il centrodestra trionfa in Umbria, FdI al 10%. Meloni: “Ora liberiamo l’Italia”

La netta vittoria del Centrodestra in Umbria, una delle roccaforti della Sinistra italiana, entra di diritto negli avvenimenti elettorali che segnano la storia politica del Paese. Particolarmente importante è il risultato di Fratelli d’Italia, che supera quota 10% e supera anche il Movimento 5 Stelle, fermo al 7,41%.

Il partito di Giorgia Meloni è diventato il terzo per numero di voti nella Regione, alle spalle della Lega e del Partito Democratico, eleggendo due consiglieri regionali – Marco Squarta ed Eleonora Pace – e dimostrando ancora una volta il tasso di crescita di un partito che in molti davano per finito troppo presto.

Dopo anni di tentennamenti, infatti, Fratelli d’Italia sta piano piano arrivando a toccare le cifre di consenso che registrava Alleanza Nazionale, dimostrandosi al contempo fedele alleato di Matteo Salvini ed efficace alternativa alla Lega per quell’elettorato di Centrodestra più sensibile ai temi conservatori: a certificare questo, c’è il contemporaneo calo di consensi di Forza Italia, passato in pochi mesi dal 6,42% delle Europee al 5,50% delle regionali.

La Meloni, in festa già da ieri da quando ha esposto un cartello con scritto “Abbiamo liberato l’Umbria, ora liberiamo l’Italia“, ha naturalmente voluto commentare il risultato molto positivo per la Coalizione e per il suo partito: “In una Regione storicamente rossa come l’Umbria, il Centrodestra alle Regionali stravince con quasi il 60%. Storico risultato di Fratelli d’Italia che raggiunge la doppia cifra, è l’unico partito che cresce e supera il Movimento 5 Stelle. L’esperimento dei rossogialli è fallito: dopo essersi messi insieme cercando di raggranellare tutto il possibile, non hanno raggiunto neanche il 40%. Conte dovrebbe trarne le conseguenze e rassegnare le sue dimissioni. Invece sostiene che in Umbria voti circa il 2% della popolazione nazionale, un dato irrilevante. Trovo vergognoso che chi ha votato un Governo sulla Piattaforma Rousseau dia lezioni di democrazia a chi ha ottenuto il voto di 255.158 umbri“.

Anche la Lega, seppur in lieve calo rispetto alle europee – dal 38,18% al 36,95% – gioisce per questo risultato. “La vittoria in Umbria è prima di tutto l’ennesima grande vittoria del nostro leader Matteo Salvini e l’inizio della valanga elettorale che nei prossimi mesi spazzerà via il Governo abusivo del PD e dei 5 Stelle” commenta l’Europarlamentare Mara Bizzotto. “I compagni di merende Conte, Di Maio e Zingaretti preparino le valige: possono inventarsi tutti gli intrighi di palazzo che vogliono, il popolo italiano li caccerà a suon di batoste elettorali“.

Siamo molto soddisfatti del risultato incredibile ottenuto dalla Lega in Umbria con il 37% dei voti e dal centrodestra che ha superato ampiamente il 50% dei consensi” afferma inoltre Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega Trentino. “Il popolo del centrodestra costituisce la maggioranza degli italiani, che non vogliono il Governo delle poltrone con Conte, Di Maio e Renzi, i quali non rappresentano in alcun modo la volontà popolare“. “Salvini ha dimostrato che la gente è sempre più dalla sua parte. Grazie a tutti i liberi cittadini umbri, buon lavoro a Donatella Tesei e a tutta la sua squadra” ha concluso Bisesti.

RFP