Ocean Vikings attracca a Pozzallo. Ciocca (Lega): “Alla faccia dell’accordo di Malta, dove sarebbe la rotazione?”

"Dopo 11 giorni in mare aperto (complice l'immobilismo europeo e il silenzio delle sinistre italiane, che questa volta non avevano #Salvini da incolpare) è stato trovato il porto per lo sbarco della ONG #OceanViking : in Italia, a Pozzallo".

Ocean Viking
Ocean Viking, gli spostamenti dal 20 ottobre

“Dopo UNDICI giorni è stato trovato il porto per lo sbarco della ONG OceanViking. Dove?? ovviamente in ITALIA, a #Pozzallo. Alla faccia dell’ “accordo” di Malta. Ma dove sarebbe la rotazione dei porti?”. A chiederselo è l’eurodeputato Angelo Ciocca, tra i primi a commentare, insieme al leader della Lega Matteo Salvini, lo sbarco della Ocean Vikings dopo undici giorni ferma in mare aperto (e questa volta, incredibile, ma vero, al Viminale non c’era Matteo Salvini).

Non si fermano gli sbarchi di migranti sul suolo italiano, fonti del Viminale hanno infatti reso noto che la nave ONG Ocean Vikings sbarcherà, con i suoi 104 migranti, a Pozzallo nel Libero consorzio comunale di Ragusa in Sicilia.

L‘Ocean Vikings con a bordo i 104 migranti raccolti lo scorso 18 ottobre sbarcherà così in Italia dove, informa ancora il Viminale, i migranti verranno ricollocati con l’aiuto di Francia e Germania che ne accoglieranno circa 70.

Si conclude così una vicende che nelle scorse ore aveva catturato l’attenzione di numerosi esponenti del mondo politico italiano. Erano stati diversi i politici a lanciare appelli, chi pro chi contro, l’ennesimo sbarco di migranti in territorio italiano.

Su tutti meritano una menzione particolare gli interventi tenuti dal neo leader di Italia Viva Matteo Renzi e dal suo omonimo ma “Capitano” della Lega, Salvini.

Se per il leader di Italia Viva, Ocean Vikings andava fatta sbarcare al più presto per “salvare” le persone che da diversi giorni stazionavano in mezzo al mare, Matteo Salvini è stato molto più critico, ricordando come la nave batta bandiera norvegese e sia di proprietà di una Ong francese.

Il leader della Lega ha poi rincarato affermando: “Il governo tutto sbarchi, tasse e manette ha già più che raddoppiato gli arrivi di clandestini: basta!”