Conzatti (Italia Viva): “Lotta al femminicidio priorità del Governo”

Il contrasto alla violenza di genere deve essere prioritario per il Governo, le buone intenzioni non bastano più” afferma Donatella Conzatti, Senatrice di Italia Viva transfuga da Forza Italia e appartenente alla Commissione d’inchiesta sul femminicidio.

Il lavoro della Commissione d’inchiesta sta portando frutti, ma servono azioni governative e nuovi finanziamenti per poter attuare politiche efficaci di lotta alla violenza e di tutela per le vittime” sostiene la Senatrice, che propone anche l’istituzione di un fondo che eroghi un “contributo di libertà“. “È proprio attraverso l’eliminazione degli ostacoli economici che si consente alle vittime di violenza di ricostruire una nuova vita. In Italia ci sono ancora troppe donne escluse dal lavoro; garantire un sostegno economico a chi ha subito violenze permetterebbe un più agevole reinserimento sociale e lavorativo“.

Il tema che però sta più a cuore alla Conzatti è la prevenzione: “Finora la pubblicità progresso è stata incentrata sull’aiuto delle donne. Ora è il momento di mandare dei messaggi chiari agli uomini, perché solo attraverso una cultura che scardini gli stereotipi si possono superare comportamenti troppo spesso violenti al punto da arrivare ai reati. Infine chiedo al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di impegnarsi ulteriormente per i più fragili, come gli orfani delle vittime di femminicidio“. In questo caso, secondo la Senatrice di Italia Viva, si dovrebbe stanziare un fondo e predisporre decreti attuativi affinché le risorse vengano utilizzate immediatamente.

Solo con un approccio integrato e che guardi all’autonomia femminile e alla prevenzione, oltre che al contrasto, potremo dare corpo e soluzione a una battaglia che coinvolge unitariamente donne e uomini” conclude la Conzatti.