Il Milan perde anche il catering di San Siro e Casa Milan

La crisi del Milan, tra risultati al di sotto delle aspettative e situazione economica incerta secondo diverse fonti, sembra non conoscere fine. Adesso ad abbandonare la nave rossonera è anche il brand Fourghetti.

La holding, attraverso il proprio profilo Instagram, ha infatti annunciato quanto segue: “Fourghetti, che durante la stagione sportiva 2018/2019 ha fornito il proprio servizio di ristorazione e catering presso le strutture di Casa Milan e di San Siro, comunica la fine della professionale collaborazione con il Milan“.

Termina – continua il marchio dello chef Barbieri – oggi una partnership contraddistinta da grande serietà e impegno. Fourghetti augura al Milan e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto i più calorosi auguri“. Un messaggio che, calcisticamente parlando, assomiglia a quello relativo alla comunicazione di un esonero di un allenatore.

I motivi veri non vengono espressi dal comunicato, per cui si possono solo fare ipotesi sul perché Fourghetti abbia deciso di lasciare il Milan. Non si può escludere, in un’ottica pubblicitaria, una volontà di “abbandonare la nave” dopo l’avvio di stagione infinitamente deludente. Allo stesso modo però il dubbio che ci sia proprio una volontà della stessa società sportiva di tagliare quelle spese non strettamente inerenti alla squadra può sorgere.

Nelle prossime ore forse una delle due parti si sbilancerà e chiarirà la situazione – non si può tra l’altro escludere la possibilità che con un ipotetico nuovo impianto sportivo, l’attività di Fourghetti sia da ritenersi interrotta fino alla realizzazione di tale struttura – ma quel che rimane chiaro è che, ad oggi, in Casa Milan ci sia molta confusione e insoddisfazione da parte dei tifosi, tra l’altro preoccupati dal vertiginoso crollo prestazionale.