L’Onorevole Martina Loss con gli esercenti e i residenti della Portela dal Questore per dire no al degrado

Ieri mattina una delegazione di esercenti e di residenti del quartiere attorno a Piazza Portela, con alcuni rappresentanti di quartieri limitrofi, ha incontrato il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal Commissario del Governo a seguito della lettera inviatagli, corredata di oltre 200 firme.

A dare ascolto e attenzione ai cittadini intervenuti, erano presenti, oltre al Commissario del Governo, anche il Questore, i rappresentanti della Polizia stradale, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia municipale, assieme ai rappresentanti del Comune di Trento, della Provincia e del Parlamento.

Presente anche l’Onorevole Martina Loss che assieme ai residenti ed esercenti ha potuto illustrare estesamente i motivi del disagio legato allo spaccio di droga e ai fenomeni di degrado che da anni i residenti vivono quotidianamente, spiegando casi e situazioni legate non solo all’area Portela/via Prepositura/piazza Da Vinci, ma anche ad altri quartieri del centro di Trento dove si stanno espandendo gli stessi fenomeni.
In risposta si sono succeduti i vari interventi dei rappresentanti delle forze dell’ordine, i quali hanno descritto le azioni di contrasto intraprese nell’ultimo anno (denunce ricevute, pattugliamenti, arresti, sequestri di sostanze stupefacenti, indagini su larga scala sul traffico internazionale di droga, controlli su esercizi, ecc.) ed hanno ringraziato i cittadini per la loro presenza, sollecitandoli a contribuire quanto più possibile con le segnalazioni, le quali consentono ad ogni forza azioni collegate, secondo competenza.

Sia i cittadini che i rappresentanti delle forze dell’ordine e delle istituzioni hanno valutato come molto positivo l’aver potuto interfacciarsi ad un unico tavolo, cosa che ha permesso di comprendere le reciproche posizioni. Dal lato dei cittadini si è vista la rabbia, il senso di frustrazione e di impotenza, assieme alla volontà di non arrendersi alla criminalità e di difendere i propri quartieri, per ridargli la dignità e la sicurezza che meritano. Dal lato delle forze dell’ordine, si è dimostrata la determinazione a fare fronte a questa situazione, grazie anche alla collaborazione dei cittadini, con organizzazione di azioni specifiche e mirate, di cui alcune sono già in svolgimento e altre avverranno nelle prossime settimane e prossimi mesi.

L’incontro si è concluso con uno spirito di reciproca fiducia ed impegno alla collaborazione di tutte le parti per il bene della città.