Società

Chef Rubio spiega il suo allontanamento da “Camionisti in Trattoria”

Rimane evidente la sua presa di posizione in cui non accusa in alcun modo Discovery, ma si ritiene non più in grado di continuare garantendo il massimo per il programma e la sua troupe per il quale continuerà a fare il tifo. Il messaggio prosegue lanciando un messaggio anche nei confronti di chi lo critica:

“A loro devo tanto e per loro farò sempre il tifo. Al mio sostituto invece non posso che fare un grosso in bocca al lupo e augurargli il meglio. Divertitevi sul set così che da casa si possa fare lo stesso. Chiudo dedicando un pensiero ai bifolchi e alle caciottare che “scrivono” di me: da 6 anni a sta parte mi hanno proposto le conduzioni di quasi tutti programmi televisivi che conoscete e se non me c’avete visto e mai me ce vedrete è solo perché nel nome della coerenza so dire “NO GRAZIE”.”

Rubio comunque, così come è nel suo modo di fare, ha voluto replicare anche a coloro che hanno affermato che il suo allontanamento sia stato causato dalle numerose lamentele ricevute per via delle sue prese di posizioni. Rubio infatti ha affermato:  “Queste scelte m’hanno fatto rinunciare a na fracca de soldi (che sinceramente m’avrebbero pure fatto comodo), ma al contrario vostro me posso guarda ogni giorno allo specchio senza sputammenfaccia, quindi quando parlate di me o vi informate meglio oppure tacete perché altrimenti fate solo delle ricchissime figure dimmerda. Ah, quando non mi vedrete più in TV, sarà solo perché l’avrò voluto io e non il vostro Dio”.

Tags
Secolo Trentino