Intenzioni di voto. Lega in ascesa al 34%, cala M5S fermo al 17.2%, ma c’è molto di più

“Se si tornasse alle urne per le Politiche, la Lega si confermerebbe ampiamente primo partito con il 34%. Il Partito Democratico, con il 18,5%, supererebbe di poco più di un punto il Movimento 5 Stelle, posizionato al 17,2%”.

Questo è il risultato di un’analisi realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Tale analisi evidenzia anche come Fratelli d’Italia continui il suo trend positivo, superando per la prima volta quota 9% e assestandosi sul 9.4%, mentre prosegue il calo di Forza Italia (5.6%) che viene superata da Italia Viva (5.8%).

La Lega di Matteo Salvini si conferma leader di questa particolare classifica, tornando ad avvicinarsi ai livelli raggiunti alle ultime Elezioni Europee (37%) e recuperando due punti percentuali rispetto alla flessione avuta a seguito alla crisi agostana del Governo giallo-verde (32%).

Sull’analisi è intervenuto il direttore Pietro Vento affermando: “Più movimentato è il trend dei due principali partiti oggi al Governo. Il PD di Zingaretti passa dal 22,7 del maggio scorso al 18,5% odierno, penalizzato prevalentemente dalla scissione di Renzi. Il Movimento guidato da Di Maio passa dal 17% delle Europee al 21,5%, ottenuto nei giorni della nascita del Conte bis, per attestarsi oggi al 17,2%”.

I dati presentati dall‘Istituto Demopolis evidenziano inoltre come le recenti elezioni in Umbria e le incertezze intorno al Governo abbiano influenzato le intenzioni di voto con i consensi per la maggioranza (PD, M5S, IV, Sinistra) in calo del 3% (47-44%). Stessa percentuale ma destino diverso per l’area di Centro Destra che ha visto salire i consensi passando dal 46 al 49%.