“Privi di credibilità, avranno bisogno di molta fortuna”. Così Borchia (Lega) su Commissione Von der Leyen

“Molte sfide attendono la nuova Commissione europea: ma le sfide, per essere vinte, necessitano di credibilità. Ursula Von der Leyen ha dichiarato di voler aumentare del 30% le spese per la politica estera, ma non basta buttare dalla finestra il denaro dei contribuenti per superare i legittimi ma spesso inconciliabili interessi degli Stati”.

Con queste parole l’eurodeputato della Lega, Paolo Borchia, ha iniziato la nota con cui ha voluto commentare il via libera del Parlamento Europeo alla Commissione che sarà presieduta (dal prossimo 1° dicembre) da Ursula von der Leyen.

Proseguendo nel suo intervento l’Onorevole Borchia ha poi rincarato affermando come sebbene il vicepresidente Timmermans chieda a gran voce un’Europa migliore dal punto di vista dell’attenzione alle evoluzioni climatiche, questo possa avvenire solamente se tutte le nazioni saranno unite nello svolgere i loro impegni altrimenti vi saranno solo esborsi per le imprese e i cittadini europei.

La speranza, secondo Paolo Borchia, è quella che i commissari della Commissione von der Leyen non strumentalizzino i criteri a loro piacimento solamente perchè un Governo (democraticamente eletto) non incontra il loro personale gradimento.

“Come possono pensare di essere una Commissione inclusiva se rifiutano addirittura di confrontarsi con chi rappresenta quei milioni di cittadini che a maggio hanno invocato una discontinuità col passato? Buona fortuna a Ursula Von der Leyen e alla sua squadra: ne avranno bisogno” ha poi concluso l’eurodeputato della Lega.