Scuola. Provincia supera il Veneto ed è prima. Anche Zaia ammette: “Superati solo da Trento”

scuola

La Provincia Autonoma di Trento conferma, ancora una volta, la propria eccellenza classificandosi al primo posto (in Italia) della classifica stilata dall’Istituto Invalsi, e resa pubblica dal Sole 24 Ore, all’interno del Rapporto nazionale sulla dispersione scolastica.

Nello specifico Trento ha primeggiato, lasciandosi alle spalle altre realtà molto quotate come Veneto, Lombardia e la Provincia di Bolzano, certificando come all’interno della Provincia si abbia il numero più basso di studenti, in Italia, che decidono di abbandonare gli studi prima di aver raggiunto il diploma.

Se in Italia la percentuale di studenti che abbandonano i banchi di scuola si attesta intorno al 20%, con 2/10 che decidono di fermarsi prima del diploma, per la Provincia di Trento questa percentuale si ferma al 9.6%. Tale superiorità è stata certificata anche da Luca Zaia, Presidente della seconda classificata in questa particolare classifica, il Veneto.

Zaia parlando del comunque ottimo risultato raggiunto dalla propria regione, che ha registrato una percentuale del 10%, ha ammesso come nonostante il ragguardevole risultato la regione Veneto sia stata superata dalla Provincia Autonoma di Trento.

I dati sulla dispersione scolastica evidenziano, per l’ennesima volta, come la Provincia di Trento si confermi tra le eccellenza italiane anche in settori cardine come quello dell’Istruzione, con i giovani studenti trentini che responsabilmente (e aiutati) dalle Istituzioni scelgono di non abbandonare gli studi prima di aver ultimato il loro percorso di studi.