Crisi di governo sul Mes? Per Di Maio “sarà il M5S l’ago della bilancia”

Quello del Meccanismo Europeo di Stabilità (MES) è un tema che nelle ultime ore sta catalizzando l’attenzione mediatica italiana. Sono stati in molti gli esponenti di spicco della politica italiana che hanno voluto esprimere il loro punto di vista circa il tanto discusso “fondo salva stati”.

Oggi sull’argomento è tornato anche il Capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, che, attraverso un lungo ed accorato post su Facebook ha voluto fare chiarezza sulla posizione assunta dal suo partito sulla vicenda.

Dopo aver citato Gianroberto Casaleggio e aver spiegato brevemente cosa sia il MES, Di Maio ha esplicitato quelle che sono le intenzioni del M5S: “Ora, il Movimento 5 Stelle dice una cosa molto chiara: c’è una riforma in corso, prendiamoci del tempo per fare delle modifiche che non rendano questo fondo un pericolo. Siamo al governo. Questo significa che abbiamo la possibilità, ma anche la responsabilità, di agire per migliorare le cose. Governare è questo. Non è facile, infatti molti scappano quando arriva il momento di fare sul serio, ma noi non scappiamo e diciamo che in questo fondo, istituito con Monti nel 2012 e negoziato dal governo Berlusconi-Lega, sono stati versati 14 miliardi di euro dei nostri soldi e se deve essere riformato, è giusto che l’Italia ottenga il miglior risultato possibile”.

In un’altro passo particolarmente significativo del suo intervento, il Capo politico del Movimento 5 Stelle ha parlato direttamente del suo ex alleato di Governo, Matteo Salvini: “Non so cosa sapesse Salvini e non mi interessa, mi basta vedere la sporca campagna mediatica che sta portando avanti per capire le sue intenzioni. Il MoVimento sapeva quello che era agli atti pubblici e fruibili da tutti. E sfido chiunque, per quanto riguarda il sottoscritto, a provare il contrario. Detto questo, il MoVimento 5 Stelle continua ad essere ago della bilancia. Decideremo noi come e se dovrà passare questa riforma del Mes, che è una cosa seria e su cui gli italiani debbono essere informati accuratamente”.

Dal suo canto il leader della Lega Matteo Salvini non è rimasto silente alle provocazioni e attraverso il suo profilo Facebook ha dichiarato: “sul Mes non abbiamo cambiato posizione rispetto a sette anni fa, eravamo contro allora, siamo contro le modifiche oggi. Dal nostro punto di vista il trattato sul Mes non è emendabile: è da bloccare, punto. E questo fine settimana potranno dire la loro i cittadini italiani, sia ai gazebo della Lega, sia online. #StopMES”

In un’altro post Matteo Salvini ha poi rincarato: “se oggi si parla di MES è solo grazie alla Lega che ha sollevato il problema. Al governo qualcuno dice la verità, altri dicono bugie: chi ha ragione sull’attuale avanzamento dell’accordo, il signor Conte o il ministro Gualtieri?”