“Un’offerta per la mafia nigeriana”: cartelli shock contro la Meloni

Cartelli shock da parte di alcuni manifestanti che oggi pomeriggio hanno protestato contro l’arrivo di Giorgia Meloni a Macerata, nelle Marche, dove ha presentato il suo manifesto contro le droghe. “Un obolo per la mafia nigeriana“, questa è l’inquietante scritta che una ragazza ha messo su un pezzo di cartone, tipo quelli utilizzati nelle manifestazioni del Fridays for Future, mentre attendeva l’arrivo della leader di Fratelli d’Italia.

Un messaggio che incita alla morte, tutelando proprio quelle organizzazioni criminali che nei giorni scorsi hanno subito una pesante battuta d’arresto a seguito dell’operazione di polizia che interessa il Trentino. Inoltre un tale messaggio, in una città che ha vissuto la terribile vicenda dell’omicidio di Pamela Mastropietro, è anche offensivo della memoria di una ragazza barbaramente massacrata. Non possiamo inoltre fare a meno di ricordare che la mafia nigeriana detiene stupefacenti, spesso tagliati male e che causano silenti morti per droga.

I clan della mafia nigeriana sono radicati nelle maggiori città italiane, dove ormai fanno concorrenza ai boss locali. L’obiettivo delle gang africane è “prendersi l’Italia”, considerata la base strategica per esportare i traffici in Europa. La mafia nigeriana è un’organizzazione criminale di tipo mafioso nata in Nigeria e sviluppatasi anche in Niger, Benin e nel resto del mondo. Questo tipo di criminalità, attivo dagli anni ’80 dopo la crisi petrolifera dello Stato africano, è una delle mafie più potenti e pericolose del mondo.