Fact-checking: la ragazza del dito medio non voleva insultare Salvini

Nelle ultime ore l’opinione pubblica si è espressa al riguardo di un selfie scattato da una ragazza seduta vicino a Matteo Salvini in aereo, intenta a ritrarsi facendo il gesto del dito medio mentre il leader leghista stava dormendo.

Tale foto ha scatenato reazioni più o meno composte tanto a destra – naturalmente in difesa di Salvini – quanto a sinistra, a difesa della ragazza pur criticata per la volgarità intrinseca del gesto. Ma sembra che in molti abbiano preso un grosso abbaglio.

Questa mattina Lodo Guenzi, cantante del gruppo Lo Stato Sociale, è intervenuto questa mattina attraverso il suo profilo Instagram per raccontare come si dovrebbero essere svolte realmente le cose: “Gira una foto, pubblicata anche da me, in cui una ragazza seduta di fianco a Salvini addormentato in aereo fa un dito medio attorniata da una grafica a cuoricini, pubblicata ovviamente in forma anonima. Credo non ci sia bisogno di un Premio Nobel per riconoscere la dimensione innocente e ironica di questa immagine, tipica di una qualsiasi foto con un personaggio conosciuto all’insaputa di questi: io stesso, ad esempio, ho ricevuto diverse foto con medi, corna e altri gesti, spesso fatti da miei fan, ai quali ho risposto sempre con una semplice risata“.

Nel ruolo del personaggio pubblico – continua Guenzi – c’è anche da scontare il fatto di farsi ogni tanto mandare a quel Paese, in maniera spesso ben più violenta. Succede poi una cosa molto grave: la pagina di Salvini pubblica la foto rivelando l’identità dell’autrice e bloccandola. La ragazza ha 19 anni e stava solo mandando una foto da ridere ai suoi amici mentre adesso sta subendo minacce di morte da parte di persone che confondono un leader politico con il Messia e augurano morte a una ragazzina“.

Credo che Matteo Salvini, con cui non condivido nulla ma gli riconosco la capacità di reggere agli insulti, debba prendere seriamente le distanze da questi adepti. Alla ragazza dico di stare tranquilla che su internet queste cose durano massimo 48 ore. Pubblico inoltre una parte di un post di spiegazioni della ragazza” conclude Guenzi, facendo presagire che in realtà si sia trattato solo di un grande malinteso.

La ragazza, infatti, avrebbe commentato addirittura sullo stesso post della pagina Lega – Salvini Premier in questo modo: “Ho 19 anni e non sono una sardina. Ringrazio Matteo Salvini per aver esposto il mio nome ovunque, facendo sì che mi arrivassero insulti pesanti, minacce di morte, intimidazioni varie e materiale pornografico“.

Questa foto – continua la ragazza – l’ho condivisa con i miei amici per evidenziare l’incredibile coincidenza di prendere un volo low-cost e ritrovarsi seduti insieme a Salvini. Il gestaccio era, invece, rivolto alle persone alle quali ho inviato la foto e non aveva nulla a che vedere con Salvini, che tra l’altro è circondato da cuoricini vari“.

Non sono di destra e nemmeno di sinistra. Di politica mi interesso poco e solo tra qualche anno avrò forse modo di capre al meglio ogni questione ad essa legata. Non mi aspettavo un’esposizione mediatica di questa portata e non sono minimamente interessata a diventare ‘famosa’ per qualcosa che ho fatto con altre intenzioni. Mi dispiace se le persone si sono sentite chiamate in causa con questa foto, non era mia intenzione” ha concluso la ragazza.

Al momento, dunque, sembrerebbe che si sia trattato solo di uno scherzo bonario con un risalto mediatico sicuramente più grande del previsto.