Imer, mezzo chilo di droga leggera intercettata

La Compagnia di Cavalese, attraverso le sue articolazioni presenti nelle Valli di Fiemme, Fassa, Cembra e Primiero, prosegue nella quotidiana attività di controllo del territorio, coordinata dal Comando Provinciale di Trento, attraverso servizi perlustrativi con efficaci risultati di natura operativa.
Infatti, pochi giorni fa, i Carabinieri della Stazione di Imer, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Primiero S.M.C., nel corso di un servizio perlustrativo notavano transitare un autovettura condotta da un extracomunitario cinquantunenne residente nel Primiero, soggetto ben conosciuto agli operatori in ordine a specifici precedenti in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.
Pertanto, i militari decidevano di seguire il mezzo, ma l’autista vistosi seguito si fermava in località Pontetto del Comune di Imer in prospicenza del bacino della diga molto probabilmente con l’intento di disfarsi di ciò che aveva in possesso, solo la prontezza degli operatori intervenuti sul conducente “all’ultimo secondo”, prima che aprisse le portiere dell’auto, evitava che gettasse qualcosa nel lago artificiale. Grazie al fulmineo intervento i carabinieri, infatti, riuscivano a recuperare i 5 panetti di hashish del peso di 100 grammi ciascuno, tenuti tra le cosce pronti, verosimilmente, per essere gettati nel bacino.
A seguito del rinvenimento, i militari della Stazioni di Imer e Primiero S.M.C. estendevano la perquisizione all’ autovettura del soggetto ed ancora presso la sua residenza di Primiero S.M.C. dove veniva rinvenuto dell’altro materiale di intessere investigativo.
Il cinquantunenne veniva quindi tratto in arresto per il reato di detenzione di stupefacenti con finalità di spaccio e accompagnato presso la Stazione di Imer per la redazione degli atti conseguenti. Il cinquantatreenne, a seguito di direttissima, veniva condannato alla pena di un anno di reclusione e la multa di 6.000,00€.
L’operazione dei carabinieri ha permesso di togliere dal “mercato” almeno mille dosi per un valore di circa 5.000 euro, ma soprattutto è stato interrotto un flusso di droga per le festività.