Furti e truffe in giro per la provincia, carabinieri intercettano e denunciano due trasfertisti

I Carabinieri di Silandro e Parcines sono intervenuti la mattina presto in un affittacamere di Parcines dove hanno trovato parecchia refurtiva proveniente da furti perpetrati negli ultimi tempi in provincia ed in particolare ad Appiano.

I due, entrambi originari della Campania, 45 e 56 anni, gravati da parecchi precedenti per furti e truffe, sono stati fermati fuori da una struttura ricettiva a Rablà, frazione del comune di Parcines, in val Venosta.

Non è chiaro perché i due avessero preso dimora lì. Forse per spendere qualcosa di meno o forse per dare meno nell’occhio evitando i centri più grossi come Bolzano e Merano. Ma l’effetto è stato l’opposto. Agli abitanti del luogo infatti due volti “foresti” e un’auto – peraltro nera – di notevoli dimensioni e con materiali vari caricati e in bella vista non potevano passare inosservati. E così hanno chiamato la centrale operativa della compagnia carabinieri di Silandro che ha subito mandato un’autopattuglia sul posto a controllare, e a dare il “buongiorno” ai due.

Nell’auto una e-bike rubata di fresco e nella camera un’altra e-bike e vari materiali dal lavoro (saldatrice, trapani e abbigliamento), per un valore stimato di euro cinquemila circa.

Il tutto è stato sottoposto a sequestro e i due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

Ancora una volta per la repressione delle attività criminali si è rivelata di fondamentale importanza la sinergia tra il cittadino e i carabinieri. Occhi e orecchie dei cittadini onesti permettono di moltiplicare la capacità informativa dei militari dell’Arma.