Ghezzi rilancia l’idea di Primarie per scegliere il candidato Sindaco a Trento

In vista delle elezioni comunali del 2020 a Trento il centrosinistra si muove. Una delle figure più attive è il Consigliere di Futura Paolo Ghezzi che su Facebook ha condiviso un documento invitando i suoi sostenitori, e non solo, ad aderirvi. Il 3 maggio 2020 ci saranno infatti le elezioni per il Comune di Trento e ad avviso del Consigliere di Futura vi è la possibilità di scegliere di proseguire sulla strada che anticipi un futuro di civiltà e partecipazione, solidarietà e inclusione, lavoro e diritti, ecologia vivibilità e intraprendenza.

“Ma – prosegue il documento – come elettrici ed elettori del campo del centro e della sinistra siamo molto preoccupati per l’impasse che sembra caratterizzare le forze politiche della costruenda coalizione, ancora una volta impegnate in tatticismi di difficile comprensione. Le ultime due tornate elettorali hanno dimostrato i rischi insiti in questo modo di procedere, le cui conseguenze funeste sono oggi sotto gli occhi di tutti: un crescente clima d’odio, lo smantellamento di molte delle eccellenze del nostro territorio, lo svuotamento dell’Autonomia, la mancanza di progettualità e visione”.

La soluzione a queste criticità può – a parere del Consigliere e dei proponenti – passare mediante l’uso dello strumento delle primarie. Uno strumento non nuovo per il centrosinistra dato che è stato usato in varie occasioni. Scopo delle primarie è puntare ad un più ampio coinvolgimento della cittadinanza, non relegando il tutto a segreterie di partiti.

Nel documento si legge poi: “Chiunque verrà democraticamente promosso attraverso questo percorso, potrà avvalersi di una più elevata autorevolezza e visibilità presso l’elettorato cittadino. Questo metodo, inoltre, permetterà a chi si mette a disposizione della città di contare su una serie di mappe relative a bisogni, risorse, competenze e strategie su cui sarà possibile il confronto con i cittadini già durante la campagna elettorale. Un lavoro prezioso, utile per focalizzarsi sulle sfide più urgenti della città di Trento e per continuare ad alimentare la vocazione che da sempre la caratterizzano: l’inclusione e l’innovazione”.

Per aderire e fare la propria proposta basta cliccare qui.