Corazza (Agire): “Rivedere l’accesso del Parcheggio Ex-Sit”

Mauro Corazza, Coordinatore di Agire per il Trentino nella città di Trento, è intervenuto tramite un comunicato stampa sull’allargamento del parcheggio Ex-Sit, che dovrebbe passare dai 350 posti attuali ai circa 550 previsti per il 2021. In particolare, Corazza sostiene che si debbano valutare delle modifiche all’accesso del parcheggio.

L’attuale ingresso – scrive il coordinatore – è già di per sé limitativo, trattandosi di una strettoia posizionata su via Canestrini. Con un minimo di lungimiranza, qualità che dovrebbe caratterizzare sempre l’operato di una buona amministrazione, risulta evidente che l’attuale accesso non possa essere sufficiente a filtrare un aumento previsto degli ingressi e uscite di pedoni ma soprattutto di automobili. Non c’è dubbio che, mantenendo l’ingresso attuale, si formeranno lunghe code, con ripercussioni per le vie Monte Grappa e Sanseverino“.

L’invito è pertanto quello di valutare un intervento sull’attuale parcheggio superiore, denominato ‘San Lorenzo’, al fine di garantire un ingresso da quest’area e magari la sola uscita su via Canestrini” spiega Corazza. “In questo modo, l’accesso principale avverrebbe in prossimità della rotatoria a nord, con accesso al futuro piano sopraelevato del parcheggio, alleggerendo così il traffico su via Monte Grappa che invece sarebbe maggiore se chi, provenendo da quella direzione, dovesse passarvi per accedere all’ingresso tramite inversione“.

Sarebbe veramente un peccato investire 2 milioni e mezzo di euro per ricavare 200 posti auto in più e dover poi assistere a situazioni spiacevoli come quelle sopra citate” commenta il coordinatore. Che conclude: “Propongo questa soluzione fin da ora, augurandomi che l’amministrazione possa coglierne la bontà, anche se l’effettiva realizzazione dell’opera sarà in capo a chi vincerà alle elezioni di maggio“.