Giunta provinciale sempre più attenta al “green” e al Tesino. Spinelli: “obiettivo è creare opportunità valorizzando l’ambiente”

L’Assessore allo Sviluppo Economico, Achille Spinelli, è tornato a parlare, a margine della riunione della Giunta provinciale a Pieve di Tesino, della volontà di riqualificare gli spazi “ex Bailo” e convertirli in un nuovo polo economico-industriale-artigianale attento alla eco-sostenibilità e alla “green economy”.

Dopo aver ricordato come, anche grazie ad un’avviso di Trentino Sviluppo, l’iniziativa abbia già riscosso diversi consensi anche da azienda esterne al territorio provinciale, l’assessore Spinelli ha aggiunto: “il messaggio che la Giunta provinciale ha voluto lanciare è chiaro. Vogliamo creare opportunità di lavoro nelle aree di montagna, valorizzando il patrimonio distintivo del Trentino: l’ambiente e la natura. Per questo la Provincia valuterà l’opportunità di mettere a disposizione 4 milioni di euro per la ristrutturazione degli spazi occupati un tempo dall’azienda Bailo, a pochi passi dal Giardino d’Europa Alcide De Gasperi, dell’Arboreto del Tesino e del Campo da Golf. Il rilancio economico della Conca del Tesino passa, quindi, anche dalla riqualificazione di un manufatto funzionale e dall’attrazione di imprese innovative nei campi dell’alimentazione naturale, della bioedilizia e edilizia in legno, della cosmesi, della filiera agroalimentare. Il valore aggiunto della qualità della vita e di un ambiente naturale unico, tra i più intatti del Trentino, al cospetto della catena del Lagorai, può fare da volano a ricerca, innovazione e produzione nei settori emergenti dell’economia pulita, circolare e sostenibile”.

Proseguendo Achille Spinelli ha rimarcato come il manufatto industriale “ex Bailo”, progettato nel 1985 dall’architetto Ario Biotti e dall’ingegner Guglielmo Concer di Bolzano, completato nel 1989, si trovi in un’area verde a metà strada tra i centri abitati di Pieve Tesino e Cinte Tesino, a due passi dal Giardino d’Europa intitolato ad Alcide De Gasperi, a 843 metri di quota.

Evidenziando poi come il progetto di riqualificazione proposto da Trentino Sviluppo, d’intesa con l’attuale proprietà, punti sulla rivitalizzazione in chiave sostenibile dell’edificio, attraverso una gestione unitaria ma anche attraverso l’eventuale frazionamento per la realizzazione di una sorta di “condominio produttivo green“, favorendo la presenza eterogenea di aziende impegnate nel settore biologico, della bioedilizia in legno, della cosmesi naturale, dell’agroalimentare a km zero. Una nuova “Casa per le aziende” intelligenti e innovative che puntino a fare della naturalità e integrità di un territorio come l’Altopiano del Tesino, il suo patrimonio boschivo, le sue montagne, i suoi prati, un «plus» identitario, economico, commerciale, utile a rafforzare il brand.

In merito a questa iniziativa della Giunta provinciale si è espresso anche l’Onorevole trentino della Lega Mauro Sutto che, dopo aver ribadito la bontà di tale iniziativa che porterà nuovi posti di lavoro in Trentino valorizzando al contempo una delle sue eccellenze come la montagna, ha aggiunto: “la valutazione circa la ristrutturazione degli spazi occupati un tempo dall’azienda Bailo rappresenta un’importante opportunità per il Tesino”.