Francia. Anche “Spiderman” contro la riforma pensionistica di Macron

Caricato da: TitouanTV,
Photocredit: TitouanTV,

In Francia le proteste contro la riforma pensionistica fortemente voluta dal presidente Emmanuel Macron continuano ad essere all’ordine del giorno. I lavoratori, per protestare contro una riforma che ritengono iniqua, hanno indetto uno sciopero che dura ormai da quaranta giorni e il cui termine sembra ancora molto lontano.

A supporto dei manifestanti, oltre alle sigle sindacali che ormai da diverse settimane sostengono i lavoratori francesi, è arrivato anche Spiderman. In questo caso la perplessità è d’obbligo, ed è bene specificare che nessun supereroe dei fumetti è intervenuto a difesa dei cittadini, lo “Spiderman” in questione è infatti Alain Robert, famoso arrampicatore francese.

Alain Robert, chiamato “Spiderman” o “The Human Spider” dalla stampa, ha infatti deciso di scalare, a mani nude, uno dei più imponenti grattacieli di Parigi come quello del gruppo Total (187 metri), rivendicando l’impresa a sostegno dei manifestanti francesi.

Non nuovo a questo tipo d’imprese, il cinquantasettenne Alain Robert, è famoso per aver già scalato circa un centinaio delle strutture più alte del mondo. Tra le sue “conquiste” spiccano la Tour Eiffel, il New York Times Building, la Banca di Milano e la Torre Agbar di Barcellona.

In quest’ultima impresa l‘arrampicatore di Digoin ha deciso di “politicizzare” la sua impresa, dedicandola ai manifestanti francesi (come correttamente riportato da ANSA) e, prima di cominciare l’ascensione durata poco meno di un’ora, ha dichiarato: “La gente già passa 40 anni a spalare il carbone, spesso per un lavoro che non non piace. Vogliamo continuare a vivere decentemente”.