Martignano. Alcuni delinquenti sfondano i vetri di una macchina e minacciano una coppia

Ha dell’assurdo quanto avvenuto lo scorso 12 gennaio quando alle 21 e 30 dei ragazzi hanno rotto con un oggetto contundente – probabilmente un’arma da fuoco – i vetri di una macchina. La storia – uscita a seguito della segnalazione del Consigliere circoscrizionale della Lega Massimo Sgurelli – porta alla luce l’ennesimo caso di violenza che interessa il quartiere.

Una delle vittime del fatto ha affermato: Minacciandoci con una pistola, ci hanno chiesto soldi e telefoni, cosa che noi ci siamo rifiutati di dare. Mi hanno messo le mani addosso più volte, quasi come per tirarmi fuori dalla macchina. Dopo la reazione spontanea del mio amico per difendermi, ci hanno puntato un coltello, visibilmente spaventati ma senza mai demordere.. Gli aggressori sono poi scappati. Abbiamo chiamato subito i carabinieri, che ci hanno comunicato, mentre li cercavano, che una signora li ha visti correre via per l’area cani e poi ha sentito rumori di motorino”. Per fortuna nulla di grave anche se lo spavento è stato grande.

“Una situazione preoccupante – ha commentato il Consigliere di circoscrizione Massimo Sgurelli – solamente pochi giorni fa la stampa ha voluto riportare il dramma di una famiglia che – stanca dei continui furti – ha scritto fuori da casa che ormai non avevano più nulla da rubare. La Lega in questi anni ha cercato di fare molto, ma all’opposizione vi è poco da fare per aiutare la città di Trento. Serve un cambiamento anche per poter vivere in modo sicuro nel proprio quartiere”.