Comunali Trento, #InMovimento non appoggerà Ianeselli

La candidatura a Sindaco di Trento di Franco Ianeselli, sostenuta dal centrosinistra e dagli autonomisti del PATT e dell’UpT, non verrà invece caldeggiata da #InMovimento, lista locale che afferma di voler correre al di fuori dei due principali poli politici.

Questi sono per noi giorni di profonda e attenta riflessione” scrive il direttivo di #InMovimento in un comunicato stampa. “Con dispiacere abbiamo appreso la scelta delle forze politiche autonomisti di tornare indietro rispetto alla creazione di un Polo Territoriale, dopo gli accordi e le esternazioni delle scorse settimane. Un tavolo di lavoro al quale avevamo deciso di sederci insieme al PATT e all’UpT per consolidare una visione, un programma e un candidato Sindaco comune, da proporre alle altre forze politiche“.

Forse anche per volontà di alcune forze politiche di essere presenti in più tavoli, il Polo Territoriale non si è riunito molte volte” sostiene #InMovimento, asserendo anche che fosse disposto a ragionare sui nomi dei candidati proposti dalle forze politiche. In particolare, il direttivo fa capire che non sarebbe stata improbabile una loro convergenza su Marco Merler, Maria Chiara Franzoia, Italo Gilmozzi e Roberto Stanchina. “#InMovimento aveva in serbo anche una serie di punti programmatici, come il progetto di interramento ferroviario, la funivia del Monte Bondone, fino alle politiche commerciali e turistiche da sottoporre al tavolo che sarebbe diventato l’inizio della coalizione“.

Prendiamo atto della scelta del PATT e dell’UpT di non proseguire il ragionamento. Da un lato l’UpT ha evidenziato la sua volontà di rimanere incollato alla coalizione di centrosinistra, dall’altro il PATT ha deciso di appoggiare direttamente Ianeselli prenotandosi evidentemente qualche ruolo. #InMovimento – commenta il direttivo – è lontano da questo modo di fare politica e prende atto che anche la politica locale richiede un bipolarismo tra centrodestra e centrosinistra“.

Volendo restare coerenti con la nostra linea politica, resteremo fuori da questi due schieramenti. Le elezioni comunali di Trento non sono l’obiettivo finale del movimento, ma solo un passaggio della nostra azione. Resteremo in pista, ascolteremo il territorio, la base e le volontà dei fondatori, cercando di capire se presentarci oppure se lavorare per le prossime tornate elettorali. #InMovimento vuole continuare il proprio percorso lavorando per la costruzione di un Polo Territoriale che possa essere la casa dei moderati trentini che si sentono vicini al proprio territorio e lontani dalle logiche partitiche” conclude il direttivo.