Caos Amadeus. Contro il conduttore arriva anche Pedro “Per me è la cipolla”

photocredit: facebook

Non si placano le polemiche intorno ad Amadeus. A pochi giorni dallo scivolone del “passo indietro” riferendosi alla compagna di Valentino Rossi, il famoso conduttore torna nell’occhio del ciclone a causa delle pesanti dichiarazioni di un suo vecchio avversario, Pedro, l’uomo divenuto virale per aver pronunciato la frase “Per me è la cipolla” all’interno del programma tv “L’Eredità”.

Pedro, all’anagrafe Gianpietro Valti, ha gettato parecchie ombre sul conduttore affermando, attraverso alcuni video postati sul suo profilo Instagram, di aver deciso di svelare la verità (con tanto di retroscena clamorosi) sul suo litigio in diretta tv con Amadeus.

I fatti risalgono al lontano 2003 durante una puntata de “L’Eredità”, programma del quale Pedro era uno dei concorrenti. Non sapendo rispondere alle domande, e con il tempo a disposizione quasi scaduto, il concorrente aveva iniziato a rispondere in maniera canzonatoria (prima “Sorreta” poi l’arcifamoso “Per me è la cipolla”) scatenando l’ira di Amadeus che l’aveva tempestivamente invitato a prendere seriamente l’impegno televisivo.

L’arroganza con la quale Valti aveva risposto ad Amadeus ha fatto sì che il concorrente diventasse, rapidamente, un’idolo del web con la frase “Per me è la cipolla” usata per post, foto e meme. I 15 minuti di celebrita di Gianpietro Valti sono poi proseguiti nel 2013 quando, durante il programma radiofonico “Miseria e Nobiltà” (all’epoca condotto dallo stesso Amadeus), un simpatico siparietto sembrava aver sancito la pace tra i due.

Oggi, a distanza di più di 16 anni dal primo screzio e quasi 6 dalla “riappacificazione”, Pedro è tornato ad attaccare Amadeus, forse cercando di cavalcare l’onda delle polemiche generate a San Remo, reo di essere stato scorretto nei suoi confronti e di non aver detto tutta la verità sul loro screzio.

Attraverso un primo video l’ex concorrente ha dichiarato di voler finalmente svelare i retroscena “clamorosi” del litigio tra il conduttore e il concorrente, che sarebbero anche arrivati alle mani dopo quella puntata de “L’Eredità”. Poi, con un altro video , Pedro si è rivolto direttamente ad Amadeus offendendolo e arrivando a dire: “L’hai fatta grossa Amadeus. E noi, poveri utenti Rai, che paghiamo il canone, che siamo costretti a subire le tue vaccate? Ma cos’hai nel cervello la cipolla? Ma sai cosa ti dico, che un passo indietro lo faccio io, dietro a te, per darti un calcio nel c**o. Anche dopo quello che mi hai fatto. (…) Ci vediamo a Sanremo”.

Quello che ha tutta l’aria di essere un bieco tentativo di tornare sulla cresta dell’onda sfruttando le attuali difficoltà del conduttore, è poi proseguito anche su altri media. Pedro infatti ha rilasciato un’intervista a Radio Cusano Campus nella quale ha rincarato la dose, affermando di essere stato vittima di un complotto della Rai che l’ha portato anche a perdere il lavoro.

“Quel giorno ci furono delle dinamiche poco chiare in trasmissione. A seguito della mia uscita dal programma sono successe cose spiacevoli per la mia persona: il giorno dopo ho perso anche un lavoro! C’è stata una forte interferenza da parte di qualcuno in Rai affinché venissi tolto da un progetto al quale tenevo molto. Quello che sta accadendo in questi giorni mi sta rivitalizzando e sono pronto a “vendicarmi” per l’ingiustizia che ho subìto quel giorno a L’Eredità; la vita è una ruota che gira e ora ho finalmente l’opportunità di togliermi qualche sassolino dalla scarpa che nel frattempo è diventato un macigno. Non vorrei essere nei panni di Amadeus oggi, non sto godendo per quello che sta accadendo intorno a lui ma voglio che la gente sappia cosa ho passato in seguito a quella puntata, non mi basta essere riconosciuto per strada come “Cipolla” ha dichiarato Pedro.

Su Amadeus invece, Gianpietro Valti, è stato molto duro e sulla frase del “passo indietro” ha sentenziato: “Non me l’aspettavo da un uomo intelligente come lui: ha fatto la pipì fuori dal vaso! Evidentemente viveva in quel momento un attimo di orgasmo egocentrico che gli ha fatto dire cose che non pensa davvero. Ad ogni modo credo che sia una polemica montata ad arte in vista di Sanremo”.