Lutto per il volontariato trentino: Fabio Casagrande, aclista

Casagrande aveva compiuto 80 anni, oltre ad essere un appassionato animatore dell’associazione per oltre mezzo secolo, aveva guidato le Acli di Trento dal 2000 al 2008.

Di verve e carattere deciso aveva saputo mantenere in equilibrio la forza del movimento aclista con la spinta innovativa. Un presidente sempre presente e un volontario che portava esperienze di amministrazione pubblica e contatti con l’estero grazie a Trentini nel mondo ed Acli Colf.

Nato a Civezzano, aveva trascorso a Trento gran parte della sua carriera di dipendente pubblico nei servizi all’agricoltura. Una volta in pensione era tornato al suo paese.

Inarrestabile promotore di attività sociali, Casagrande ha incarnato la figura di aclista fedele, dolce e battagliero, affettuoso ma esigente, intransigente sui principi di rispetto della persona.

La famiglia ha desiderato di non fare diffusione estrema della notizia della morte e della sepoltura. Nel rispetto del silenzio si rende nota la morte avvenuta a inizio anno.

Fonte: Fare Bene ACLI