Conte: “Chiuso ogni collegamento aereo con la Cina. Primi in Europa a farlo”

Dopo i due casi di Coronavirus a Roma il Presidente Conte, assieme al Ministro Speranza, ha deciso di attuare una ordinanza con la quale è stato chiuso ogni collegamento aereo con la Cina. Per l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) il Coronavirus è “un’emergenza globale”: centosettanta morti dall’inizio dell’epidemia e oltre 1700 nuovi casi di contagio nelle ultime 24 ore che portano a oltre 7.700 persone colpite, mille e passa delle quali in gravi condizioni.

Il Ministro Speranza ha spiegato che verrà coinvolta la Protezione Civile e ha voluto rassicurare sulla situazione. “L’Italia – spiega Speranza – aveva già adottato misure straordinarie, prima che l’epidemia venisse dichiarata un’emergenza sanitaria mondiale. Era abbastanza probabile che ci sarebbe stato un caso anche nel nostro Paese. Ora abbiamo deciso che la chiusura di ogni collegamento aereo è una misura che ci pone all’avanguardia nel garantire il diritto alla salute”. Speranza ha concluso spiegando che le due persone sono in isolamento. Il direttore dell’istituto Spallanzani ha spiegato che non ci sono rischi nella diffusione del virus dato che la contagiosità avviene con l’esordio dei sintomi, esordio che è stato subito individuato e che il numero di persone contagiate dovrebbero essere nulle.

Il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato che “la Cina ha preso straordinarie misure per far fronte all’emergenza del virus 2019-nCoV, ha isolato il virus, lo ha sequenziato e ha condiviso i dati con tutti. Dobbiamo ringraziare tutti coloro che hanno lavorato ininterrottamente per tutto questo tempo”. Per l’Oms, però, non è possibile immaginare quanto grande sarà questa emergenza e quindi bisogna essere preparati ad affrontarla. Da qui la decisione di dichiarare l’emergenza internazionale che, precisa Ghebreyesus, “comporta