Strade: dei 63 milioni 2019-21 urgente il Viadotto Canova che si sgretola

La Giunta provinciale di Trento ha aggiornato il Documento di programmazione settoriale 2019-21 per le sezioni che riguardano le infrastrutture stradali e ciclopedonali. La lista dei lavori da fare era stata comunicata ad ottobre.

Alla luce delle relazioni tecniche emerge l’urgenza Viadotto Canova. 1 milione di euro da adesso e 1.7 in seguito per una struttura in carenza. Valutata anche la demolizione e il rifacimento. Si tratta della prima opera trentina. Porta 40 mila veicoli e carichi giornalieri.

Opera risalente al 1976, costruito dalla allora imponente impresa Del Favero che era leader nel settore, è lungo 685 metri e poggia su 34 campate di 24 metri. Ha avuto prima la gestione ANAS e poi PAT.

Nelle foto le manutenzioni del 2007.


    OLTRE al viadotto sono stati programmati importi maggiori per circa 48,5 milioni di euro sulle ciclabili e circa 15 milioni sulle strade (di cui 5 milioni per nuovi interventi per la sicurezza stradale e per la riqualificazione delle infrastrutture). Sono inclusi i finanziamenti per le opere già programmate della ‘ciclovia del Garda’ (31,7 mln) e della nuova ciclabile del Tesino (2,9 mln) nel piano pluriennale.


    Tra i nuovi interventi ci sono risorse la progettazione del raddoppio della statale 47 nel tratto tra Castelnuovo e Grigno, le barriere fonoassorbenti a Pergine, la realizzazione di un tomo paramassi sulla Ss.50, la sistemazione dell’intersezione sulla Ss421, il completamento della Sp90, la sistemazione del ‘Ponte dell’amicizia’ sulla Sp101 e la sistemazione dell’intersezione tra la Ss249 e la Ss240.

Attualmente la lista manutenzioni e opere stradali in Trentino ha un corposo carnet. Si elenchino i sei tratti in lavorazione della Statale Valsugana e il completamento area ciclabile e svincolo Trento Nord e Centro Commerciale.

Gardesana, Abetone, Cavedine i cantieri in Trentino sono 39. Garniga, Bondone, Terlago, Lavazze, Rolle, Rocchetta, Valfloriana, Canzolino, Tesino. Vendola, Tonale, Loppio, Verla, Manghen, Ledro, Pine’, Campiglio, Madruzzo e Vetriolo. In gran parte trattasi di lavori di ripristino post Vaia.