Soros: “Zuckerberg deve andare via. Aiuta Trump”

In un editoriale pubblicato sul New York Times  dal titolo “George Soros: Mark Zuckerberg non dovrebbe avere il controllo di Facebook”, l’investitore miliardario George Soros ha discusso del gigante dei social media Facebook e ha dichiarato che non è giusto che il fondatore del Social Network detenga un ruolo importante nell’azienda.

Secondo Soros, gli interessi di Mark Zuckerberg e del presidente Donald Trump sono allineati e la rielezione vincente di Trump nel 2020 aiuterebbe effettivamente Facebook. Soros scrive:

Il miliardario afferma: “Durante una cena della scorsa settimana a Davos, in Svizzera, mi è stato chiesto se pensavo che Facebook si stesse comportando in modo più responsabile oggi rispetto alle elezioni presidenziali del 2016.

‘Niente affatto’, ho risposto. ‘Facebook ha aiutato Trump a essere eletto e temo che farà lo stesso nel 2020.’ Ho spiegato che esiste una legge di lunga data – Sezione 230 del Communications Decency Act – che protegge le piattaforme di social media dalla responsabilità legale per diffamazione e simili reclami. Facebook può pubblicare dichiarazioni deliberatamente fuorvianti o false da parte di candidati a cariche pubbliche e altri, e non si assume alcuna responsabilità in merito.

Ho continuato dicendo che sembra esserci 0un’operazione informale di mutua assistenza o un accordo in via di sviluppo tra Trump e Facebook’ in cui Facebook aiuterà il presidente Trump a essere rieletto e il signor Trump, a sua volta, difenderà Facebook dagli attacchi da regolatori e media”.