Toscani: “Mie parole travisate”. Toti: “Le sue parole le abbiamo sentite tutti”

Dopo essere salito agli onori della cronaca, nei giorni scorsi, per le dichiarazioni sulla tragedia del Ponte Morandi di Genova e sulle sue 43 vittime, Oliviero Toscani ha provato a rimediare affidando ai social network la sua versione dei fatti sullo scivolone.

Nello specifico l’artista si era lasciato andare a dichiarazioni shock sulla tragedia che ha colpito Genova nel 2018, affermando all’interno della trasmissione radio “Un giorno da pecora” di non essere per nulla interessato al crollo del ponte e alle sue vittime.

Il famoso fotografo ha provato a rimediare alla brutta figura, dichiarando: “Mi dispiace che parole estrapolate e confuse possano far pensare una follia come quella che a me non interessi nulla del Ponte. Solamente la cattiveria può strumentalizzare una cosa simile. A me, come a tutti, quella tragedia interessa e indigna, ma è assurdo che certi giornalisti ne chiedano conto a me”.

Tale tentativo di rimediare alle dichiarazioni in radio non ha però incontrato il favore del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che, sempre attraverso i social network, ha voluto replicare ancora una volta ad Oliviero Toscani.

Attraverso un post su Instagram, Toti ha riservato parole molto dure per il fotografo, evidenziando, in principio, come il tentativo di passare per una vittima della mistificazione non sia accettabile, dato che l’audio dell’intervista è stato sentito chiaramente da tutta Italia.

Successivamente il Presidente della Liguria ha ricordato a Toscani come nel suo accorato messaggio d’accusa a chi avrebbe strumentalizzato le sue parole, non abbia mai chiesto scusa, nemmeno una volta, per la brutalità delle sue parole. Aggiungendo come, fortunatamente, tutto il resto dell’Italia si sia stretto intorno alla Liguria e alle sue vittime, rendendo la regione e Genova ancora più forti.