Più soldi per i migranti in arrivo in Italia: ecco come

Il Governo giallorosso aumenta i rimborsi per l’accoglienza dei migranti che sbarcheranno in Italia. La notizia, arrivata nelle ultime ore, segna l’ennesimo contrasto tra l’azione di Governo del “Conte-bis” e la legislazione prodotta da Matteo Salvini quando presiedeva il Ministero dell’Interno.

Sembra infatti che il Ministro Lamorgese, dopo un parere favorevole da parte dell’Anac – Autorità Nazionale Anti-Corruzione – abbia inviato ai prefetti una circolare, indicando che sarà possibile aumentare i rimborsi concessi a chiunque decida di accogliere migranti.

Un’azione in netto contrasto con le idee del leader leghista, che aveva invece tagliato i rimborsi, facendoli scendere da 35 euro a un massimo di 26 la quota giornaliera per ogni migrante ospitato nelle strutture di accoglienza.

Il taglio ai rimborsi, secondo diverse fonti, avrebbe causato una crisi del settore dell’accoglienza, dal momento che molti dei bandi lanciati dalle prefetture sono andati deserti, non riuscendo più ad avere un rientro economico sufficiente a gestire il flusso migratorio.

Non si è fatta attendere, naturalmente, la reazione di Matteo Salvini a questa decisione di Luciana Lamorgese: “Prima hanno riaperto i porti, adesso riaprono i portafogli degli italiani, aumentando i soldi per chi accoglie richiedenti asilo” commenta su Facebook l’ex-Ministro dell’Interno. “Il taglio che avevamo deciso quando ero Ministro si attesta sulla media europea, fissata tra i 19 e i 26 euro, mentre questo Governo pensa solo a far ripartire il business legato agli sbarchi. Vergogna!” conclude.