Un assegno per le vittime di violenza, la proposta di Futura in Trentino

Abbiamo depositato una proposta di legge che ha come obiettivo quello di garantire un supporto economico e abitativo che possa aiutare la donna che ha subito violenza a rendersi libera e indipendente anche dopo essere uscita dalla rete di supporto temporanea prevista dalla legislazione.

Gli interventi legislativi proposti sono delle integrazioni e delle sostituzioni di articoli e di comma della legge provinciale 9 marzo 2010, n. 6 (Interventi per la prevenzione della violenza di genere e per la tutela delle donne che ne sono vittime).

I dati trentini, riferiti al 2018, ci dicono che le denunce e gli ammonimenti hanno raggiunto il totale di 834 reati ipotizzati ma sappiamo quante siano le donne che non denunciano per una mancata rete di protezione e supporto anche dopo la fase dell’emergenza. Ha scritto Futura.

“Proprio ieri è stata votata una risoluzione del Parlamento europeo che mette in luce il preoccupante regresso dei diritti delle donne e dell’uguaglianza di genere nell’Ue. Vogliamo dare un segnale concreto e non solo simbolico per poter aiutare le donne che hanno subito violenza e che intendono intraprendere percorsi di fuoriuscita da relazioni violente.” E’ quanto sostengono Paolo Ghezzi e Lucia Coppola del Gruppo consiliare FUTURA.