Natalino Balasso al Teatro Cristallo di Bolzano

Natalino Balasso torna a Bolzano con il Teatro Stabile di Torino, mercoledì 26 febbraio alle 21 al Teatro Cristallo di Bolzano, con lo spettacolo “Arlecchino servitore di due padroni” di Carlo Goldoni, diretto da Valerio Binasco.

Lo spettacolo fa parte della proposta teatrale del Cristallo e del Teatro Stabile di Bolzano, finanziata dalla Provincia Autonoma di Bolzano, dalla Regione Trentino-Alto Adige, dal Comune di Bolzano, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e da Alperia SpA.

Un Goldoni che guarda più alla commedia all’italiana che alla commedia dell’arte, che dà voce a un’umanità vecchio stampo, paesana e arcaica, quella del nostro mondo in bianco e nero: così Valerio Binasco è riuscito a stupire critica e pubblico frantumando la tradizione dell’Arlecchino servitore di due padroni, portato in scena dal Teatro Stabile di Torino. Famelico, bugiardo, disperato e arraffone, questo Arlecchino “contemporaneo” è interpretato da Natalino Balasso, che per questo ruolo si è aggiudicato il Premio Arlecchino D’Oro 2018.

Il regista Valerio Binasco scrive: “A chi mi chiede: come mai ancora Arlecchino? Rispondo che i classici sono carichi di una forza inesauribile e l’antico teatro è ancora il teatro della festa e della favola“. Il suo stile cinematografico, fatto di sintesi, unità di azione e suspense, è al servizio del testo di Goldoni, un perfetto congegno che dal 1745 non smette di funzionare e incantare il pubblico.

La commedia della stravaganza diventa così un gioioso viaggio nel tempo, alle origini del teatro italiano e della sua grande tradizione comica, con un cast molto affiatato di attori, molti dei quali collaborano da tempo con il regista. Personaggio dalle molteplici contraddizioni – meschino e anarchico, irriguardoso e servile – Arlecchino riesce a portare scompiglio nell’ottusa società borghese, con una carica che suo malgrado si può perfino dire “sovversiva“.

Spassosissimo e antiretorico, lo spettacolo – che dura quasi tre ore – vanta un cast di raro affiatamento e intelligenza: sul palco, in ordine alfabetico, salgono Natalino Balasso, Fabrizio Contri, Michele Di Mauro, Lucio De Francesco, Denis Fasolo, Elena Gigliotti, Carolina Leporatti, Gianmaria Martini, Elisabetta Mazzullo e Ivan Zerbinati. Le scene sono di Guido Fiorato, i costumi di Sandra Cardini, le luci di Pasquale Mari mentre le musiche sono di Arturo Annecchino.

Ancora pochi i posti a disposizione per questo spettacolo. L’acquisto dei biglietti per “Arlecchino servitore di due padroni” può essere fatto online o presso la Cassa del Teatro Cristallo, nei nuovi orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 18.30, il giovedì ed il sabato anche dalle 10 alle 12 e un’ora prima di ogni spettacolo. Il biglietto costa 15 euro (intero), 12 euro (ridotto con Cristallo Card), 10 euro (ridotto con Cristallo Card young).