Bolzano. Cerca di rientrare in Italia dopo essere stato espulso, arrestato 31enne tunisino

Mentre gli italiani continuano ad essere ad essere respinti dalle frontiere degli stati esteri a causa della psicosi generata dai recenti casi di contagio da Coronavirus avvenuti sul suolo nostrano, in Italia c’è ancora chi tenta di introdursi nel paese illegalmente, avendo oltretutto un procedimento di espulsione alle spalle.

Questa volta è capitato a un trentunenne tunisino, arrestato alla stazione di Bolzano dalla polizia ferroviaria per aver tentato di rientrare illegalmente dopo essere stato rimpatriato in Tunisia con un provvedimento di espulsione a suo carico.

Il trentunenne, individuato senza documenti mentre stazionava in una zona vietata al pubblico, è stato tempestivamente tradotto in carcere e attualmente risulta a disposizione delle autorità giudiziarie.

A seguito delle prime verifiche condotte dall’Ufficio immigrazione della questura di Bolzano, è emerso come il giovane fosse già stato espulso una volta dal suolo italiano e come, lo stesso, sarebbe potuto tornare in Italia solamente con una particolare autorizzazione del Ministero dell’Interno che, chiaramente, non possedeva.