Ex Caserme alle Viote, Patrimonio Austro Ungarico, Paola Demagri (PATT) alla Giunta

Una interrogazione per capire il destino dell'opera.

bty

Dopo qualche tempo di utilizzi parziali e temporanei della struttura la politica trentina torna sul tema delle Caserme Austro Ungariche alle Viote, sul Bondone: “Sono parecchi anni che si parla di recupero delle ex caserme Austro-Ungariche in località Viote sul monte Bondone.” Ha detto la Cosigliera provinciale.

“Fino al 2008 il complesso ospitava il Centro di ecologia alpina, mentre ora l’area è in totale stato di abbandono. Ogni anno le strutture subiscono danni da degrado e l’intera area presenta una situazione di totale decadimento, lamentata da tutti coloro che vedono l’immobile e che sono preoccupati dal continuo peggioramento delle condizioni.”


La struttura nel 2013, con delibera del 25 maggio n°960 la PAT ha autorizzato Patrimonio del Trentino a sostenere con risorse proprie (300.000€), le spese di progettazione preliminare per il recupero dell’area. Per questo la Cons. Paola Demagri chiede se la Giunta attuale in amministrazione abbia intenzione di mettere bero su bianco un progetto di valorizzazione e di riqualificazione dell’area.