Coronavirus. FDI presenta proposte contro emergenza:

Tenuta dello Stato, del Sistema sanitario, del Sistema economico e produttivo, contrasto all’immigrazione illegale.

All’incontro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Fratelli d’Italia ha ribadito la disponibilità a contribuire ad ogni utile decisione per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Con la stessa trasparenza ha rilevato che le misure messe in campo dal governo non appaiono sufficienti. Fratelli d’Italia formalizzerà proposte puntuali in ambito sanitario ed economico per integrare le misure del governo. Alla riunione però si sono volute presentare quelle che appaiono le principali questioni da affrontare:

1.     Tenuta dello Stato

Garantire con apposite misure la piena efficienza dell’ossatura portante dello Stato anche in caso di estensione dell’epidemia, in particolare riguardo Forze dell’ordine, Forze Armate, Servizio sanitario, Giustizia.   

2.     Tenuta del Sistema sanitario

·        L’espansione dell’epidemia potrebbe mettere a repentaglio la tenuta del Sistema sanitario, per questo Fratelli d’Italia considera indispensabile la predisposizione di un piano credibile per la tempestiva attivazione, qualora necessario, di nuovi presidi sanitari e ospedalieri temporanei, avvalendosi in modo straordinario di ulteriore personale medico e sanitario e del supporto, ove necessario, dell’Esercito, della Protezione Civile e della Croce Rossa.

·        Contenere il contagio con l’igienizzazione quotidiana di scuole e mezzi del trasporto pubblico

3.     Tenuta del sistema economico e produttivo

Richiesta di interventi dell’Unione Europea

·        Imponente piano per il rilancio degli investimenti pubblici in tutti gli Stati europei, tramite risorse proprie o tramite il finanziamento della Banca Centrale Europea.

·        Scorporo delle spese per investimenti e per fronteggiare l’emergenza Coronavirus dal calcolo del rapporto deficit/Pil consentito.

·        Possibilità per gli Stati membri di utilizzare i Fondi europei non ancora spesi, relativi al settennato 2014-2020, all’emergenza Coronavirus senza necessità di cofinanziamento pubblico.

·        Intervento della BCE con un nuovo “Bazooka” anti coronavirus anche per finanziare la sospensione dei mutui a famiglie e imprese.

Misure economiche nazionali

Tra le molte proposte presentate si segnalano:

·        Pagamento debiti PA anche in deficit.

·        Liberare subito le imprese dalla morsa del fisco e della burocrazia: togliere ogni tetto al denaro contante, sospendere l’obbligo di fattura elettronica, abolire gli ISA.

·        Estendere la Cassa Integrazione a tutte le aziende colpite, a prescindere dalla dimensione e dal numero di dipendenti, in particolare nel settore turismo e ricettivo.

·        Sospensione e riduzione delle tasse in tutta Italia. Sospensione mutui e prestiti per aziende in difficoltà e per chi perde il lavoro

4.     Contrasto all’immigrazione illegale

Azzerare gli sbarchi fantasma e gli ingressi di immigrati illegali via mare e via terra dal confine orientale per ragioni sanitarie e per non distogliere importanti risorse umane ed economiche in questa fase di emergenza.

Lo rendono noto gli Uffici stampa di Fratelli d’Italia di Camera e Senato.