Coronavirus: il presidente della Provincia aggiorna il Consiglio provinciale di Trento

Gli interventi dei consiglieri in aula, dopo l'apertura del presidente, sono stati tutti pacati e indirizzati a ribadire la piena fiducia nel sistema sanitario provinciale e tesi al rispetto dei ruoli di chi si sta occupando dell'emergenza.

“Sono 4 attualmente i trentini risultati positivi al Coronavirus. Nessuno versa in gravi condizioni ed è ricoverata solo l’anziana di cui è stata data notizia ieri. La situazione è in evoluzione ma sotto controllo”. A riferirlo stamattina in aula è stato il presidente della Provincia autonoma di Trento che ha anche ricordato che un nuovo momento informativo con l’aula si farà oggi pomeriggio dopo le 15.

“Voglio ringraziare tutto il personale sanitario che in queste ore ha lavorato alacremente, i nostri medici che sono sul territorio e la parte scientifica dell’Azienda sanitaria – sono state le parole del presidente provinciale – ma voglio anche tranquillizzare: l’’approccio che abbiamo finora tenuto è stato di massima prudenza e prevenzione. Oggi siamo in grado di circoscrivere questo primo caso, anche perché il nostro operato va nella direzione di mediare quello che ci dice la parte scientifica, con la sensibilità dell’opinione pubblica, che va tenuta in considerazione. Proprio per questo abbiamo riaperto le scuole”.

“Nella tarda serata di domenica – ha ricordato il presidente – si è presentata all’ospedale una signora di 83 anni che aveva sintomi di tosse. Secondo il pre-triage che prudenzialmente Apss ha adottato, sono state poste alcune domande. Grazie alle risposte, i sanitari hanno deciso di far indossare la mascherina chirurgica alla paziente che è stata visitata seguendo opportune precauzioni.
Poi sono stati fatti gli esami radiologici ed è stata riscontrata una polmonite interstiziale. Di qui la decisione di eseguire il tampone che ha dato esito positivo.”

“I controlli dei contatti avuti da questa paziente, avviati subito e tutt’ora in corso – ha poi spiegato il presidente – hanno permesso di identificare altri 3 casi positivi, si tratta sempre di persone anziane, trentine, legate alla prima persona di ieri sera, che al momento stanno tutte bene; l’unica ricoverata è la prima signora 83enne, mentre le altre sono presso le loro abitazioni in quarantena, seguite dal personale medico”.
“Riteniamo infine di aver trovato anche il caso iniziale da cui è partito il contagio e riteniamo inoltre che questo contagio sia avvenuto fuori dal Trentino. Se, come crediamo, è stato individuato il soggetto originario, la situazione potrà essere tenuta sotto controllo“.

(gp)(at)