Trentino, altri 3 contagi, il totale sale a 10; ecco le linee guida riassunte

Non è ancora chiaro per la cittadinanza che chi sospetta una polmonite NON DEVE recarsi al PRONTO soccorso, ma chiamare il numero 112.

I contagi locali salgono, si aggiungono ai precedenti un cittadino clesiano, un roveretano e un altro pellegrino di Trento portando così il numero dei malati a 10, anche se sono legati a circostanze controllate e definite che hanno origine fuori regione. Il Presidente Maurizio Fugatti, l’Assessore alla Salute Stefania Segnana, l’Assessore istruzione Mirko Bisesti e il Direttore sanitario Paolo Bordon hanno su tutta la linea rassicurato la cittadinanza. A breve le dichiarazioni COMPLETE ora disponibili in video su facebook da CONFERENZA STAMPA.

Poiché ancora NON SONO CHIARE per TUTTI le linee guida del COMPORTAMENTO da tenere per non propagare i contagi e per essere assistiti in SICUREZZA le pubblichiamo di nuovo. Sono la parte che interessa la cittadinanza e l’unica da seguire con attenzione, a dispetto della cronaca, della polemica e delle statistiche, quanto conta è quello che segue.

1. Lavati spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica

2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute 

3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani

4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci

5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

10. Se pensi di essere stato contagiato non recarti al pronto soccorso:
      chiama il tuo medico di famiglia o il 112