Gerosa (FdI): “Noi in montagna con tutti gli standard di sicurezza, Ianeselli in piazza”

Francesca Gerosa, Commissario provinciale di Fratelli d’Italia in Trentino, è finita al centro delle polemiche per una foto pubblicata sul suo profilo Facebook. Un quotidiano online locale, infatti, avrebbe stigmatizzato il comportamento tenuto da lei, da Andrea Merler e dal candidato Sindaco di Centrodestra Alessandro Baracetti, raffigurati in tenuta da sci sul Monte Bondone nonostante le raccomandazioni di restare a casa per via del Coronavirus.

Ho sempre avuto grande rispetto per la stampa, perché il giornalismo è al servizio della verità ed è garante dell’equilibrio di una sana dialettica politica, a beneficio dell’intera opinione pubblica. Con rammarico, però, leggo insinuazioni e accostamenti suggestionanti ma strumentali a interessi politici” afferma la Gerosa in una lunga risposta al quotidiano online che l’ha attaccata.

Sabato mattina – spiega il Commissario provinciale di Fratelli d’Italia – ero in Bondone, insieme al candidato Alessandro Baracetti e all’amico Andrea Merler, seguendo tutte le prescrizioni del caso. Ci siamo anche soffermati a scambiare importanti considerazioni sul futuro della nostra splendida città, ascoltando direttamente cosa pensino i trentini e cosa vogliano per la Trento dei prossimi dieci anni“.

Fa sorridere che si punti il dito urlando allo scandalo perché si è trascorsa qualche ora all’aria aperta rispettando tutte le prescrizioni del caso, mentre nello stesso momento Franco Ianeselli si assembrava in Piazza Pasi, cantando Bella Ciao” attacca la Gerosa. “Trovo grottesco che, pur di attaccare l’avversario politico, si giunga a strumentalizzare persino il dramma che sta causando il Coronavirus” sostiene l’esponente di FdI, attaccando poi direttamente anche Paolo Ghezzi: “Capisco che il pensiero di perdere anche Palazzo Thun vi spingerebbe a dire qualsiasi cosa, ma non valicate il limite della decenza, abbiate la responsabilità di non strumentalizzare anche questo dramma“.

Ci tengo a sottolineare che ho piena fiducia nel nostro sistema sanitario e nelle istituzioni, che sul territorio stanno facendo un lavoro encomiabile bilanciando tutti gli interessi in gioco con grande prudenza e perizia” continua la Gerosa. “A tutti gli operatori del sistema sanitario va il mio personale ringraziamento da madre e da figlia, prima che da rappresentante politico, per l’importante servizio che state offrendo a tutta la popolazione e soprattutto a vantaggio delle categorie più deboli, ovvero i nostri figli e i nostri anziani. State dimostrando uno spirito di abnegazione, una responsabilità e una dignità da cui dobbiamo solo imparare“.

La nostra terra – conclude il Commissario provinciale di FdI – come tutta la nostra penisola sta vivendo un periodo difficile: è nostra precisa responsabilità pensare al bene dei trentini e degli italiani, non tentare di racimolare qualche voto in più con certe bassezze“.